Research Vessel SONNE, Germania

La RV Sonne (German for Sun) è una nave di ricerca oceanica tedesca. La nave è diventata disponibile per la scienza nel dicembre 2014 e opera principalmente nel Pacifico e negli Oceani Indiani. È registrata a Wilhelmshaven e ha sostituito il suo predecessore con lo stesso nome.

La Sonne è una piattaforma di lavoro polivalente per le discipline marine e affini: oceanografia fisica e biologica, geologia marina, chimica marina e atmosferica, geofisica marina e meteorologia. La nave opererà principalmente nel Pacifico e negli Oceani Indiani.

La nave da ricerca Sonne viaggia sotto la bandiera del servizio federale. Il suo proprietario è la Repubblica federale di Germania, rappresentata dal ministero federale dell’Istruzione e della ricerca (BMBF). La nave è quindi una nave di stato. Il logo del BMBF come armatore della nave viene mostrato sulle sovrastrutture del ponte.

Il sole riporta a destra e a dritta la parola inglese SCIENCE (scienza) per sottolineare lo scopo scientifico. Come ulteriore indicazione dell’obiettivo scientifico, il logo dell’Istituto di Chimica e Biologia del Mare dell’Università di Oldenburg con l’abbreviazione ICBM è attaccato al camino.

Le principali aree di applicazione del sole sono gli Oceani Indiano e Pacifico. Qui esplora le domande sui cambiamenti climatici, le conseguenze dell’invasione degli ecosistemi e l’approvvigionamento di risorse marine.

Dopo una gara di appalto a livello europeo, la nave non è come inizialmente previsto dalla spedizione di ricerca RF di Brema, ma dalla spedizione di Briese a Leer beerert. 40 scienziati possono vivere e lavorare sulla nave. Ci sono 35 cabine singole e sale disponibili, così come laboratori di grandi dimensioni e strutture speciali. La nave è gestita da 30 a 35 marinai e ufficiali di bordo. Sono disponibili in totale 60 cabine singole e 8 cabine doppie.

Il sole è scoppiato nel dicembre 2014 per la loro prima crociera esplorativa. Durante la prima prova, la rivista ARD morning ha trasmesso in diretta dal sole dal 20 al 24 ottobre 2014. Il sole è stato trasferito all’inizio del 2015 attraverso il Canale di Panama nel Pacifico. Dopo aver esplorato l’area di Discol e la zona di Clarion Clipperton, la nave si è diretta verso la Nuova Zelanda. Da lì ha guidato a nord verso l’Alaska e dopo le stazioni in Giappone di nuovo verso l’Oceania. Dalla Nuova Caledonia, il sole ha viaggiato lungo il vulcano Kermadec in Nuova Zelanda. Nell’autunno del 2017, il sole è di tornare in Germania per il loro primo soggiorno nei cantieri navali.

Il sole a dicembre 2016 nel porto della capitale della Nuova Caledonia Nouméa. Da lì, il loro viaggio è iniziato nell’arco vulcanico di Kermadec nel Pacifico meridionale.

Equipaggiamento:
RV Sonne è attrezzata per coprire un ampio spettro di ricerche oceaniche. Una gru a telaio A a poppa ha una capacità di sollevamento di 30 t. Questo può essere utilizzato per l’installazione di sommergibili e altre attrezzature pesanti. Quattro gru con una capacità di sollevamento di 10 te tre gru piccole (2 x 2 te 1 x 0,5 t) consentono il trasporto di materiale di ricerca attraverso la nave. Un argano consente di dispiegare dispositivi sul fondale oceanico a 12.000 m di profondità.

Per la risoluzione dei problemi durante le spedizioni scientifiche, la nave è equipaggiata con diverse officine: un’officina di coperta (per lavori meccanici pesanti), un’officina elettronica, un’officina meccanica (per lavori meccanici di precisione) e un’officina elettrica.

Fino a 25 container 20 ‘possono essere conservati a bordo (4 di questi all’interno). Ci sono 550 m² di laboratori scientifici.

La nave copre “l’intero spettro scientifico della ricerca marina”. Ha una grande gru con telaio A con una capacità di sollevamento di 30 tonnellate sul retro, ad esempio per l’impiego di sottomarini di ricerca. Quattro gru di carico con una capacità di sollevamento di 10 tonnellate, tre gru piccole e un ponte di carico container consentono il trasporto di materiale di ricerca su tutta la nave. Un argano consente l’abbassamento delle attrezzature sul fondo del mare a 12.000 metri di profondità. La nave ha un’officina sul ponte per lavori meccanici pesanti, nonché officine per elettronica, meccanica elettrica e meccanica di precisione. Una stazione meteorologica automatica del Servizio meteorologico tedesco misura la temperatura dell’aria, la velocità e la direzione del vento, l’umidità, la pressione atmosferica, la radiazione solare, la radiazione fotosinteticamente attiva, la radiazione ultravioletta e la temperatura dell’acqua. Ha un pluviometro e un radar a onde. Ecoscandagli di alta precisione sono a bordo per rilievi di acque profonde (batimetria) e sismiche, e l’intera nave è ottimizzata per ridurre il rumore intrusivo e un sistema di stabilizzazione dispiegabile con alette attive riduce al minimo l’auto-movimento indesiderato della nave. Una panoramica dei nove ponti del sole è fornita da una grafica interattiva del blog di spedizione SO253.

Standard ambientali
Le associazioni ambientaliste tedesche hanno criticato nel 2013 che il nuovo sole non avrà standard ambientali. Nella sua strategia sulla mobilità e sui carburanti pubblicata nel 2013, il governo tedesco ha chiesto l’uso di convertitori catalitici SCR e filtri antiparticolato diesel. Nessun filtro antiparticolato diesel è stato installato sulla nave federale perché non esisteva una tecnologia adeguata in quel momento che avrebbe continuato a fornire un significativo funzionamento della nave. La nave da ricerca Sonne riceve l’Angelo blu. La nave rifornisce di carburante diesel a basso tenore di zolfo, inoltre i gas di scarico vengono purificati dagli ossidi di azoto. Inoltre, la costruzione ottimizzata dello scafo e il concetto di azionamento diesel-elettrico riducono il consumo di carburante e il concetto di utilizzo del calore residuo aumenta l’efficienza energetica. Il rumore e le vibrazioni dei motori sono stati ridotti al minimo supportando elasticamente tutte le unità in modo che non emettano vibrazioni allo scafo. Ciò comporta un inquinamento acustico molto più basso della fauna marina nella colonna d’acqua, ha detto il biologo marino Prof. Dr. med. Angelika Brandt.

La logistica:
Il ministero federale tedesco dell’Istruzione e della ricerca (BMBF) sviluppa e attua programmi educativi e di ricerca a livello nazionale e internazionale e fornisce finanziamenti alle istituzioni scientifiche nazionali. Supporta anche grandi strutture di ricerca e infrastrutture tra cui navi da ricerca come la RV SONNE che è qui raffigurata.

Il BMBF organizza dal 2000 gli anni della scienza su temi di attualità della ricerca per consentire un dialogo tra ricercatori e pubblico e suscitare l’interesse delle persone nella ricerca. L’anno scientifico 2016 * 17 si concentra sui mari e sugli oceani. Un tour virtuale del RV SONNE è stato sviluppato in questo contesto.

La RV SONNE è la nave di ricerca più moderna della Germania. È entrato in servizio nel 2014 ed è di proprietà della Repubblica Federale di Germania rappresentata dal Ministero Federale dell’Istruzione e della Ricerca. Il RV SONNE può ospitare 40 ricercatori e circa 32 membri dell’equipaggio. Con una lunghezza di 116 metri e una larghezza di 21 metri, può viaggiare a velocità fino a 15 nodi, ovvero quasi 28 chilometri all’ora. La nave è dotata di ecoscandagli e vari paranchi, compresi fino a 12 chilometri di fili e cavi. Oltre a quattro gru di carico, ospita 17 laboratori e una stazione meteorologica di ricerca. La RV SONNE naviga nel Pacifico e nell’Oceano Indiano e svolge attività di ricerca marina che spaziano dall’esplorazione climatica a quella delle risorse.

La stazione di controllo German Research Vessels of the Universität Hamburg si occupa delle navi da ricerca attive in tutto il mondo METEOR, MARIA S. MERIAN e RV SONNE.

Lo staff della Control Station è responsabile per i preparativi tecnico-scientifici, logistici e finanziari, nonché per l’elaborazione e il supporto delle operazioni della nave. Lavorano a stretto contatto con i coordinatori della spedizione e stipulano un contratto per il trasporto marittimo e riferiscono regolarmente i direttori (Ministero federale dell’Istruzione e della ricerca e Deutsche Forschungsgemeinschaft).

La modernizzazione continua è pianificata insieme alle direzioni della nave, in modo che le navi affidabili siano disponibili per gli scienziati.

Tags: