Area di Gion e Kiyomizu-dera, itinerario turistico di Kyoto, Giappone

Cammina attraverso l’area di Gion, le strade di ciottoli dove ondeggiano i salici e il quartiere dei fiori fiancheggiato da case da tè, e visita il Santuario Yasaka, noto per il Festival di Gion, e gli antichi templi di Higashiyama. Attraversa il ponte Shijo Ohashi a est e troverai Gion. È un’area con distretti fioriti chiamati “Gion Kobu” e “Gion Higashi”. Attraversa il ponte Tatsumi dal ciottolato Shirakawa-suji dove ondeggiano i salici, fai una passeggiata lungo l’Hanamikoji fiancheggiato da case da tè e ristoranti e dai vicoli circostanti, e goditi lo shopping nei negozi di accessori giapponesi e nei negozi generici che sono popolari con arte e maiko. Puoi goderti l’atmosfera di Hanamachi.

Attraversa i recinti del Santuario Yasaka, famoso per la sua porta della torre dipinta di vermiglio all’estremità orientale di Shijo-dori, e dirigiti a nord dal Parco Maruyama, famoso per l’osservazione dei fiori di ciliegio. Questa zona ha un’atmosfera tranquilla, con il Tempio Chion-in, che ha uno dei più grandi cancelli doppi in legno del Giappone, e il Tempio Shoren-in, che ha uno dei tre Fudo giapponesi, Aofudo Myo (tesoro nazionale).

Passeggiando nella zona di Kiyomizu-dera, Ninen-zaka, dove si trova il monumento in pietra della residenza del pittore Yumeji Takehisa, e Sannen-zaka, puoi goderti il ​​paesaggio urbano storico formato dalle case cittadine, dai santuari e dai templi. Fondata nel 798 (17 ° anno di Enryaku), l’area intorno a Kiyomizu-dera, famosa per la “tappa di Kiyomizu”, ha molte piste. Se vai a sud dal Tempio Kodaiji, che è legato al Seishitsu e al Kitaseisho di Toyotomi Hideyoshi, vedrai un dolce pendio di ciottoli. Qui, nel mezzo di Ninenzaka, c’è un monumento in pietra delle rovine della residenza dove trascorse del tempo Yumeji Takehisa, un pittore dell’era Taisho.

Sannen-zaka, che prosegue da Ninen-zaka, è un “importante” dove sono integrate le case a schiera costruite dalla fine del periodo Edo all’era Taisho e i santuari e templi circostanti come la Torre Yasaka (Hokan-ji) lasciare un paesaggio storico. Area designata come “Distretto per la conservazione degli edifici tradizionali”. Dopo aver scalato Sannen-zaka, ti unirai a Shimizu-zaka, affollata di turisti e studenti in gita scolastica, e Gojo-zaka, fiancheggiata da negozi di ceramiche. Il tempio Kiyomizu è di fronte a te.

Higashiyama Ward è uno degli 11 quartieri che compongono la città di Kyoto. Ci sono aree del centro come Gion e l’area di Sanjo Keihan nel reparto. Le pianure sulla riva sinistra del fiume Kamo sono state urbanizzate sin dall’inizio, ma templi e santuari di grandi dimensioni si trovano ai piedi occidentali di Higashiyama. A causa delle normative relativamente rigide come le normative sul paesaggio, lo sviluppo residenziale nelle aree montuose come si è visto in altri reparti non è stato realizzato. Higashiyama Ward è racchiuso tra la catena montuosa Higashiyama e il fiume Kamo a est e ovest, e copre approssimativamente Sanjo Dori a nord e Jujo Dori ai piedi settentrionali del Monte. Inari nel sud. La parte orientale del rione è un’area forestale, la parte occidentale è un’area residenziale e la parte settentrionale è Higashioji Dori.

Ci sono molti famosi santuari e templi come Kiyomizu-dera, patrimonio culturale mondiale, siti storici, punti panoramici, tesori nazionali, importanti proprietà culturali, ecc.E il distretto di Sanningzaka e il distretto di Gion Shinbashi sono designati come distretti di conservazione degli edifici tradizionali. Il bellissimo paesaggio urbano che è passato attraverso la storia è stato preservato e molti turisti visitano Higashiyama Ward durante le quattro stagioni. Kyo-yaki e Kiyomizu-yaki, che sono realizzati principalmente da Gojozaka fino alle vicinanze del Tempio di Sennyuji, sono molto apprezzati per le loro arti e mestieri e sono conosciuti in tutto il paese come un’industria tradizionale di Kyoto insieme ai ventagli pieghevoli di Kyoto e alle laccature di Kyoto . A Gion e Miyagawa-cho, che sono i quartieri floreali rappresentativi della città, la cultura tradizionale e le arti dello spettacolo vengono ereditate in un’atmosfera umida e meravigliosa, e ogni anno si tengono “Miyako Odori”, “Kyo Odori” e “Gion Odori”. Si sarebbe tenuto.

Gion
Gion è un tipico quartiere del centro e dei divertimenti di Kyoto, situato a Higashiyama Ward, città di Kyoto. Prima dell’era Meiji, l’attuale Santuario Yasaka era chiamato Santuario di Gion e possedeva un vasto recinto fino all’area di Kamogawa, quindi quest’area è chiamata Gion (vedi Gion Seisha per l’etimologia di “Gion”). La città di Toriimae originariamente si affacciava su Shijo-dori, ma dopo l’era Meiji, si sviluppò a nord ea sud di Shijo-dori da Kamogawa a Higashioji-dori e al Santuario Yasaka. È uno dei principali hanamachi di Kyoto, famoso anche per la sua maiko, e nella zona ci sono Minamiza (Teatro Kabuki), Gion Kobu Kabukijo e Gion Kaikan.

Al giorno d’oggi, ci sono molti bar oltre a case da tè e ristoranti, e l’atmosfera vecchio stile è debole, ma le case con le porte a graticcio ricordano l’eleganza del passato. L’area lungo Shirakawa da Shimbashi-dori nel nord è stata selezionata come importante area di conservazione degli edifici tradizionali del paese, e l’area attraverso Hanamikoji nel sud è stata designata come area panoramica di conservazione del paesaggio storico nella città di Kyoto, proteggendo il paesaggio urbano tradizionale. L’utilizzo sta procedendo.

L’intersezione di Shijo-dori e Higashioji è l’intersezione “Gion” (spesso chiamata anche “Gion Ishidanshita”). C’è una fermata dell’autobus Keihan Bus Gion vicino all’incrocio. Originariamente intorno a Yasaka, Yasaka-go, Otagi-gun, Yamashiro e intorno a Yasaka, Shimogyo-ku (fino al 1929). Inoltre, il Santuario di Gion (Kanjin-in), che è l’origine del nome, ha preso questo nome perché Gozu-Tennou, il dio del culto, era considerato la divinità guardiana di Gion Seisha.

A seconda dell’aspetto dell’edificio e della sua posizione con Shirakawa, può essere diviso in un’area di fronte a Shimbashi-dori, dove sono allineati edifici a due piani in stile Machiya Chaya, e un’area lungo Shirakawa, dove principalmente Machiya Kawabata a due piani Gli edifici in stile Chaya sono allineati. .. Tatsubashi è un ponte di travi in ​​acciaio con una lunghezza di 7,5 me una larghezza di 3,1 m su Shirakawa, che è il punto di partenza del vicolo (taglio) che collega Shinbashi-dori e Shijo-dori. Il nome del ponte deriva da Tatsumi Daimyojin (Santuario Tatsumi). Un ponte in legno fu costruito a spese private nel 1829 (Bunsei 12) e in seguito divenne un ponte in argilla, e nel 1957 divenne un ponte in acciaio pavimentato con ciottoli e con balaustre in legno. C’è un monumento a Isamu Yoshii sul lato ovest del ponte.

Tempio di Kiyomizu
Il tempio Kiyomizu è un tempio situato a Kiyomizu, quartiere di Higashiyama, città di Kyoto, prefettura di Kyoto. Il numero della montagna è Otowayama. In origine apparteneva alla setta Hosso, ma ora si definisce autonomamente la montagna principale della setta Hosso. Saigoku 33 ° posto 16 ° posto in classifica. L’immagine principale è il Senju Kanzeon Bosatsu dalle undici facce. Kiyomizu-dera è un tempio della setta Hosso (una delle sei sette di Nanto) e, insieme a Goryu-ji e Kurama-dera, è uno dei pochi templi di Kyoto che ha una storia prima del trasferimento di Heiankyo. Inoltre, insieme al tempio di Ishiyama (città di Otsu, prefettura di Shiga) e al tempio di Hase (città di Sakurai, prefettura di Nara), è uno dei principali siti sacri di Kannon in Giappone ed è famoso come una delle principali destinazioni turistiche della città di Kyoto insieme al Tempio Kinkakuji e ad Arashiyama. Perciò, molti fedeli visitano indipendentemente dalla stagione. Inoltre, molti studenti visitano durante le gite scolastiche. È registrato come sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO come patrimonio culturale dell’antica capitale di Kyoto.

La setta di Kiyomizu-dera era originariamente la setta Hosso, e dalla metà del periodo Heian era anche la setta Shingon. Apparteneva alla setta Shingon, setta Daigo all’inizio dell’era Meiji, ma tornò alla setta Hosso nel 1885 (Meiji 18). Nel 1965 (Showa 40), l’allora capo sacerdote Ryokei Onishi fondò la setta Kita Hosso e divenne indipendente dalla setta Hosso.

Maruyama Park Concert Hall, città di Kyoto
Situato nel Maruyama Park, è stato inaugurato nel novembre 1945 come struttura che può essere utilizzata per vari progetti culturali come musica, progetti di comfort e raduni. Una struttura esterna con un ambiente naturale che può ospitare 2528 persone.

Teatro Samurai Kembu
Fu durante l’era Meiji che la danza della spada fu eseguita per il pubblico in generale. Fino ad allora, il dojo di ogni spadaccino aveva lavorato privatamente, ma i samurai, a cui non era più permesso tenere le spade pubblicamente a causa dell’abolizione delle spade, iniziarono a mostrare le loro abilità alle persone come arte dello spettacolo. È iniziato come un’arte scenica. Al “Samurai Kembu Theatre” puoi assistere a lezioni di prova e dimostrazioni di danza della spada, un’arte performativa tradizionale che eredita lo spirito del samurai. Nella lezione di prova, la conoscenza di base di spade e samurai verrà insegnata dagli istruttori e istruttori della scuola che ereditano la tradizione della danza della spada. Sono disponibili costumi e pugnali per bambini, quindi chiunque abbia più di 5 anni può partecipare alle lezioni.

Gion Corner
Una struttura dove puoi goderti le arti dello spettacolo tradizionali giapponesi come Kyogen, Gagaku, cerimonia del tè, composizioni floreali e koto in circa un’ora.

Parco Maruyama
Il parco più antico della città, inaugurato nel 1886 (Meiji 19). Si tratta di circa 86.600 m2 a est del Santuario Yasaka, con Higashiyama sullo sfondo, e ci sono ristoranti e case da tè sparsi per il giardino giapponese che passeggia, e ha un’atmosfera indipendentemente dalle stagioni. È uno dei migliori punti di osservazione dei fiori di ciliegio a Kyoto e il “Gion no Yozakura” al momento dell’osservazione dei fiori di ciliegio merita una visita. Anfiteatro, Azumaya, Fujitana, WC, stagno, fontana.

Luoghi famosi e siti storici

Giardino del tempio di Kiyomizu
Il giardino di Kiyomizu-dera Seijoin è un giardino con vista sul paesaggio e uno stagno (attualmente un giardino di apprezzamento) con strane pietre come la pietra di Karasuhata e la pietra di Magakijima. Ci sono anche rare lanterne di pietra come lanterne a libellula, lanterne Temari e Tagasode chozubachi che non puoi trovare da nessun’altra parte. Nel giardino del primo periodo Edo, l’ombra della luna riflessa nello stagno di Shinji è meravigliosa, ed è stata chiamata “Giardino della Luna”. Una lanterna in pietra è posta sul versante opposto della collina per dare un senso di prospettiva. È designato come punto panoramico nazionale.

La Pagoda Koyasu di Kiyomizu-dera si trova su una collina che va dalla sala principale di Kiyomizu-dera a Kinunkei. Ricostruzione della seconda metà del periodo Muromachi con una pagoda a tre piani (importante proprietà culturale) con Sotan-nuri e Hikihide. Ha il nome del tempio Taisanji nella parte superiore del tempio Kiyomizu. Senju Kannon è custodito nella torre. Nel tempio, l’imperatore Shomu e l’imperatrice Komyō pregarono per questo Kannon e diedero alla luce l’imperatore Koken in modo sicuro, quindi si dice che sia stato costruito in cambio di questo. Nei posteri, la fede nella preghiera per un parto sicuro è nata e lodata come Koyasu Kannon. La vista panoramica di Kiyomizu-dera dalla parte anteriore della torre è meravigliosa, ed è anche una torre indispensabile per la vista di Higashiyama.

Distretto di conservazione degli edifici tradizionali di Gion Shinbashi
Gion è nata come la città porta del Santuario di Gion, e nel periodo Edo, capanne come spettacoli teatrali e Ningyo Joruri hanno cominciato a mettersi in fila. L’intera area di quest’area è stata sviluppata come una città da tè a Rokucho, Gion, e si è sviluppata dalla fine del periodo Edo all’inizio del periodo Meiji in profonda connessione con le arti dello spettacolo. Anche ora, case a schiera di alta qualità e sofisticate in stile casa da tè sono allineate in modo ordinato e l’aspetto tradizionale è mostrato insieme al bellissimo ruscello di Shirakawa, ciottoli e filari di alberi di ciliegio in fiore.

Gion no Nyo Mitsuka è la residenza di Gion no Nyogo, che si dice sia l’amante dell’Imperatore Shirakawa (1053-1129), che ha aperto la regola del chiostro nel tardo periodo Heian. C’è una torre commemorativa sul lato ovest di Maruyama Ongakudo nel quartiere di Higashiyama. C’è una teoria secondo cui Taira no Tadamori, che ha avuto arti marziali durante la gravidanza, sia diventata la madre di Kiyomori, ma si dice che il regalo sia stato dato alla sorella minore del nyōgo. Una lanterna Taira no Tadamori legata a questa leggenda si trova nel recinto del Santuario di Yasaka.

Distretto di conservazione degli edifici tradizionali di Sanningzaka
L’area intorno a quest’area, dove sono allineati santuari e templi come il Santuario di Gion e il Tempio Kiyomizu, ha molti beni storici da quando è stato aperto prima di Heiankyo. Un’area urbana si è formata lungo i gradini di pietra e i pendii di ciottoli piegati come Sannen-zaka (Sannen-zaka) e Ninen-zaka, che sono le antiche vie di pellegrinaggio di questi santuari e templi. I santuari e templi come la Torre Yasaka e il Tempio Kodaiji e le case a schiera costruite dalla fine del periodo Edo al periodo Taisho sono uniti per trasmettere un eccellente paesaggio storico.

Chion-in
Il giardino Chion-in Hojo è un giardino che si affaccia su grandi e piccoli tratti (un punto panoramico designato dalla città di Kyoto). Il grande stagno ha una vista di Higashiyama e l’aspetto degli alberi folti si riflette sulla superficie dell’acqua per creare un mondo di solitudine. Ad est di Ogatajo, il tesoro nazionale “Amitabha Nyorai 25 Bodhisattva Raigozu” di proprietà di Chion-in è rappresentato dalla potatura bassa e dalle pietre di Satsuki, ed è chiamato 25 Bodhisattva Garden. Un giardino in stile stagno che si dice sia stato creato da Tamabuchi ed Enshu, un monaco che ha una connessione con Kobori Enshu all’inizio del periodo Edo.

Il giardino Chion-in Yuzen-en è stato rinnovato e abbellito nel 1954 per commemorare il 300 ° anniversario della nascita del giardino Yuzen-en, il fondatore della tintura Yuzen. È composto da un giardino in stile stagno con una “cascata di fili tinti” con l’acqua sorgiva di Higashiyama e Kanoen del giardino paesaggistico secco. Al centro dello stagno Potalaka, l’immagine Kannon di Koun Takamura brilla sulla superficie dell’acqua. Ti fa sentire. Inoltre, c’è una sala da tè “Hakuju-an” relativa a Urasenke e una sala da tè “Hakuju-an” trasferita per commemorare l’86 ° Chion-in Koryū Nakamura Hisashi Eminence. È uno splendido giardino Showa che è adatto per essere chiamato il giardino legato allo Yuzensai, che produceva la tintura Yuzen.

Shiunsui è l’acqua che sgorga da un piccolo stagno sotto il mausoleo nell’angolo sud-orientale di Seijido. C’è una leggenda secondo cui quando gli Hounen erano soli, i santi vennero e le nuvole viola svolazzarono e apparvero sulla superficie dell’acqua, e la fragranza andò alla deriva. Si dice anche che un sacerdote che fu colpito da Chery scrisse la frase: “Una persona che attinge l’acqua pura di Satomizu può vedere l’acqua del suo cuore”. È famoso fin dall’antichità come Chery Shimizu. Inoltre, le rane Moria vengono a deporre le uova ogni anno da maggio a giugno.

L’approccio a Chion-in è una Sapindaceae (Sapindaceae) situata sul lato nord dei vecchi fiori di ciliegio. Si dice che le Sapindaceae siano state piantate durante il periodo Genroku del periodo Edo, quando furono istituiti i recinti di Chion-in a causa del suo alto valore di utilità, come la pelle usata per il lavaggio ei semi usati per le perle. Poiché Sapindaceae è calda e Kyoto è vicina al limite settentrionale della sua distribuzione, è raro e prezioso avere un albero così grande (altezza albero 20 m). Monumento naturale designato dalla città.

Giardino Konchiin
Il cortile anteriore del Tempio Konchi-in è famoso come “Tsurukame no Niwa” ed è stato realizzato da Kobori Enshu. Insolitamente dinamico e stupendo per un tempio Zen. Esprimere l’aspetto delle tartarughe gru l’una di fronte all’altra nel giardino. La sabbia bianca sul davanti simboleggia la nave del tesoro e allo stesso tempo rappresenta l’oceano, con pietre che rappresentano la contea di Senjima sparse tra Tsurushima e Kameshima, e il gruppo di pietre testa e spalle che rappresenta la catena montuosa di Horai è posto sulla scogliera anteriore dietro esso. È un giardino paesaggistico secco in stile Horai che è molto ben consolidato come giardino per la celebrazione della Mansei del popolo. Il vertebrato di Konchi-in è il Chinquapin giapponese (Fagaceae) situato al di fuori del muro occidentale del Tempio Konchi-in a Yamauchi, Tempio di Nanzenji.

Il Santuario di Yasaka Tsukishita Ice Man Stone
Posizionati sul lato sud della Porta della Torre Sud. È anche chiamata una strana pietra dell’uomo di ghiaccio, e la storia della sua costruzione nel 1839 è incisa sulla superficie con “Tazunuru” sul lato destro e “Oshiyuru” sul lato sinistro. A quel tempo, era usato come guida. Una delle tre pietre esistenti in città. Altri rimangono al Tempio Seiganji (Rione di Nakagyo) e al Santuario Kitano Tenmangu (Rione Kamigyo).

Giardino Entoku-in
Il giardino di Entoku-in, che è stato trasferito dal castello di Fushimi, è un dinamico giardino paesaggistico secco con molte pietre e alberi espressivi come pini e aceri. È anche realizzato da Kenba, un maestro della lavorazione della pietra.

Giardino Shoren-in
Il giardino di Shoren-in è composto da quattro giardini e il primo dei percorsi è il giardino che si dice sia stato realizzato da Soami nel periodo Muromachi. Questo giardino è un giardino da passeggio incentrato intorno allo stagno di Ryushin e ha la cascata Senshin e il ponte dei draghi. Colline artificiali e grandi stagni lasciano i resti del periodo Muromachi. Successivamente, se segui il percorso, troverai un giardino realizzato da Kobori Enshu nel periodo Edo. Conosciuto anche come Giardino Kirishima, c’è un vecchio albero di azalee Kirishima. Fioriture e polveri d’acero in autunno.

Il giardino successivo è il cortile di Kobuntei, che si dice sia stato realizzato da Yui Omori durante il periodo Edo. Ha un aspetto elegante insieme al Kobuntei ricostruito. L’ultimo è il giardino muschioso di fronte al santuario, con Ukon-no-Tachibana e Sakon-no-Sakura. Originariamente sabbia bianca, è stata coperta di muschio per qualche tempo ed è ora famosa come giardino di muschio. Inoltre, lo Shogunzaka Dainichido nei recinti dell’excelave è bello per tutte le quattro stagioni, tra cui il giardino paesaggistico secco, le pesche ei fiori di ciliegio in primavera e le foglie autunnali in autunno.

Okusu è un albero di canfora Lauraceae situato sul lato sud-est del cancello nord del tempio Shoren-in. È un terreno in pendenza sul fronte esterno del muro di Tsukiji del Tempio di Seiren-in, ma sul fianco della collina del grande terrapieno, ci sono due grandi alberi di canfora sul lato nord, due sul lato ovest e uno sul davanti cortile del santuario per centinaia di anni. Mantenere l’età dell’albero. Nel primo anno di Tendai (1144), è un tempio monzeki di Gyogen, il signore del Tendai-zasu, e si dice che il giardino sia un famoso giardino che incorpora il Monte. Awata, e si dice che sia stato creato da Soami. È anche ipotizzato.

Giardino Kodaiji
Il vasto giardino con la vista di Higashiyama al Tempio Kodaiji ha due stagni e due corridoi centrati intorno a Kaizando, dandogli un assaggio di Sansui. È noto come un luogo famoso per le foglie autunnali. L’amato Kangetsudai di Hideyoshi si trova nello stagno di Kogetsu, e Kamejima è costruita a nord e Tsurushima è costruita nel promontorio a sud. È conosciuto come un giardino che rappresenta il periodo Momoyama.

Sito storico di Daigado
Ike no Taiga, un pittore del Nanga nel mezzo del periodo Edo, viveva con sua moglie, Ike Gyokuran. Ora c’è un monumento in pietra delle “Rovine di Daigado” e “Wako Dodust” in questa zona a sud della sala da musica nel Parco Maruyama. Autobus urbano Gion 400 metri.

Yumeji Takehisa rimane
Masuya-cho, Higashiyama-ku, nel mezzo di Ninenzaka. Yumeji Takehisa, un pittore e poeta rappresentativo dell’era Taisho, si imbarcò a Kyoto nel febbraio 1917 (Taisho 6). La camera si trova al 2 ° piano. Fuggire da Tokyo dall’intrico di questioni amorose. Due mesi dopo, si trasferì al cancello sud del tempio Kodaiji a nord e visse con la sua amante Hikono. Autobus urbano Seisui 400 metri.

Nascondiglio di Yoshimura Torataro
Il luogo in cui Torataro Yoshimura, un sacerdote alla fine dello shogunato Tokugawa, fece un’apparizione temporanea nel 1863. Questa zona era affollata di barche sul fiume Takase e divenne un perfetto nascondiglio per i sacerdoti alla fine del periodo Edo. Ci sono tracce di residenze come Takechi Mizuyama, Sakuma Shozan e Katsura Kogoro nelle vicinanze. È chiusa.

Sito di Ikedaya
Nel giugno 1864 (Genji 1), dove si verificò la rivolta di Ikedaya. Sette gruppi sconfitti e tre Shinsengumi morirono a seguito di una rissa quando i gruppi sconfitti di vari clan come Choshu e Doshu a Raku furono attaccati dagli Shinsengumi durante la cospirazione. Questo incidente ha dato impulso al dibattito. Un sito storico della Restaurazione Meiji insieme a Teradaya. C’è un izakaya con il tema di Shinsengumi qui. Di fronte al negozio, c’è un monumento in pietra inciso con “Ikedaya Incident Ruins”.

Rovine di Rokuhara Tandai
Un’agenzia locale istituita dallo Shogunato Kamakura nell’area di Higashiyama Ward, che si estende dall’attuale Matsubara-dori a Gojo e Shichijo, a est del fiume Kamogawa. 1221 (Jokyu 3) Hojo Tokifusa e Yasutoki iniziano dopo la guerra di Jokyu. Questo nome è il sito dell’ex clan Taira Rokuhara. 1333 (Genko 3) Il sipario inizia con la distruzione dello shogunato di Kamakura. Un monumento in pietra a Rokubaramiji. Autobus urbano Gojozaka 300 metri.

Shogunzuka
Un tumulo sepolcrale nel recinto di Dainichido, la sommità del Kacho, a est del Parco Maruyama. 13 metri di diametro. 1,8 metri di altezza. Nel 794 (Enryaku 13), l’imperatore Kanmu indossava un’armatura di ferro su una bambola di argilla di circa 2,4 metri e la seppellì con un arco e una freccia per proteggere il castello reale quando si trasferì a Heian, come “The Tale of Hogen” e ” Il racconto di Heike “. C’è anche una leggenda associata allo Shogun Sakanoue Tamura Maro. C’è il recinto di Seiren-in Enchi, e Seiryu-den è stato sconfitto.

Yoshinaka Kiso
Il fratello minore di Minamoto no Yoshitomo, il figlio di Yoshinaka, Minamoto no Yoritomo, Noriyori, ei fratelli di Yoshitsune, Yoshinaka Kiso, entrarono a Kyoto nel 1183 con una tattica geniale e perseguirono l’Heike. Il 20 gennaio 3, fu inseguito dall’esercito di Yoshitsune e cadde su Seta con sua figlia Tomoe, e fu sconfitto nel fiume Uji. Si dice che uno dei servi partiti a Kyoto a causa di una malattia abbia seppellito qui la testa del marito Yoshinaka.

Tomba di Oda Nagamasu
Yurakusai era il fratello minore di Oda Nobunaga e si chiamava Nagamasu. Dopo la morte di Nobunaga, si è rasato i capelli e ha studiato sotto Sen no Rikyu per diventare un maestro della cerimonia del tè. Nei suoi ultimi anni, fece rivivere “Shoden-in” a Gion Hanamikoji Shijo Shimoru, dove visse una vita di cerimonia del tè, ma morì all’età di 71 anni nel 1621. La tomba di Yurakusai rimase nella vecchia terra anche dopo il trasferimento di Shoden-in, ma nell’autunno del 1958 fu trasferito qui insieme alla signora Yurakusai, sua figlia e Nagamasu Oda. Attualmente, la cerimonia del tè in stile Yuraku viene accettata in vari luoghi.

Musei

Gion Festival Gallery
Un angolo espositivo dove puoi conoscere “Gion Matsuri”, uno dei tre principali festival giapponesi. Viene installata un’alabarda a grandezza naturale e puoi osservare la tecnica tradizionale di costruzione dell’alabarda, che di solito non si vede, da vicino. C’è anche un galleggiante in miniatura e un grande monitor a schermo pieghevole che mostra i momenti salienti del Gion Festival. È in una posizione con un eccellente accesso e dispone di una caffetteria, quindi è l’ideale per una pausa mentre si cammina per la città. Puoi acquistare libri e articoli vari relativi a Kyoto nel negozio della galleria.

Museo Kitazagionomoide
La mostra permanente mostrerà i frenetici tempi moderni di Shijo Kawara. La mostra speciale riguarda Kabuki, Maiko e Gion per un periodo limitato. “Kitaza Bookstore” (ingresso gratuito) ha una vasta selezione di libri di Kyoto.

Kawai Kanjiro Memorial Hall
Kanjiro Kawai, attivo dall’era Taisho all’era Showa, è un artista con varie facce come un vasaio, un poeta, uno scultore e un designer di interni. L’officina e la casa che ha progettato e costruito nel 1937 sono aperte al pubblico come sala commemorativa dal 1973. A quel tempo, è stata leggermente rinnovata, ad esempio allestendo un banco della reception, ma la maggior parte della sala commemorativa rimane il lo stesso di quando Kanjiro Kawai viveva con la sua famiglia. Sono esposte anche molte opere come disegni di design, collezioni, ceramiche, sculture in legno e libri dallo spirito libero. C’è anche un forno da arrampicata lasciato a casa e puoi sentire le vestigia della vita e del lavoro di Kanjiro Kawai.

Kondo Yuzo Memorial Hall
Mostra di opere dai primi agli ultimi anni del defunto Yuzo Kondo (tesoro nazionale vivente), un maestro della ceramica di cui Kyoto è orgogliosa. Il lavoro che raffigura le caratteristiche naturali con pennellate audaci travolge lo spettatore. Il piatto colorato più grande del mondo è uno spettacolo da vedere. Ha istituito una sala commemorativa nella ceramica dopo il luogo di nascita del signor Kondo. Goditi l’elegante spazio del sake, simbolo dell’acqua pura, e della ceramica, che è principalmente tinta radicata in questa zona. Yanagisui (1 ° piano), Nemendo (2 ° piano, aperto solo in occasione di mostre speciali)

Museo del restauro Meiji “Museo Ryozen”
Ai piedi del Monte. Ryozen, ci sono circa 400 lapidi di Shishi, tra cui Ryoma Sakamoto e Shintaro Nakaoka, che furono colpite dal tumulto alla fine del periodo Edo. Ci sono molti materiali relativi alle reliquie, agli inchiostri, allo Shinsengumi e allo Shogunato Tokugawa di quei sacerdoti, e si può dire che è un museo completo del restauro che può essere visto dal punto di vista sia dei caduti che dei samurai. Spiega la storia della fine del periodo Edo in un modo di facile comprensione con materiali di valore e immagini di grandi dimensioni.

Ii Museum
È l’unico museo in Giappone che espone cimeli storici che sono stati depositati per la ricerca dal direttore Ii Date, un ricercatore di storia di armature e spade, con la comprensione dei proprietari. Rispettiamo il rapporto tra storia e storia nei materiali e ci concentriamo sul loro esame. Decidiamo il tema ogni anno e organizziamo una mostra speciale.

Museo Kompira Ema
Yasui Konpiragu è stato aperto per conservare le tavolette votive uniche in Giappone. Dal tardo periodo Edo sono state esposte circa 600 tavolette votive del periodo Showa. Sono presenti anche tavolette votive dedicate da personaggi della cultura moderna e intrattenitori. Questa è la conservazione delle tavolette votive uniche in Giappone e la riscoperta delle tavolette votive come dipinti religiosi.

Kahitsukan, Museo di arte contemporanea di Kyoto
È stato aperto nel 1981 sul lato nord di Gion e Shijo-dori, vicino al Santuario Yasaka di Kyoto. Gli esseri umani perdono la loro libertà perché sono vincolati dalla teoria consolidata sia negli accademici che nell’arte. È stato chiamato “What a must-have building” a causa del desiderio di mantenere uno spirito di libertà che mette in dubbio la teoria consolidata come “cosa, non necessariamente”. Nella hall, la mostra e l’illuminazione sono pensate in modo che la vera bellezza di opere d’arte eccellenti possa essere massimizzata in uno spazio ornamentale silenzioso e teso. Una raccolta e una mostra di dipinti, artigianato e fotografie moderni e contemporanei incentrati su Kagaku Murakami, Kaoru Yamaguchi e Rosanjin Kitaoji, che sono i pilastri di Kahitsukan. L’installazione permanente è la stanza di lavoro di Rosanjin nel seminterrato di Kitaoji. Inoltre, al 5 ° piano, c’è un ”

Museo della lampada di Kyoto Gion
Situato a sud del Santuario Yasaka, sono esposte circa 800 lampade a olio giapponesi e straniere che hanno continuato a illuminare la vita delle persone durante l’era Meiji. C’è una vasta gamma di oggetti esposti, dalle lampade che sono estremamente preziose come opere d’arte alle lampade che danno una buona comprensione delle usanze giapponesi dell’epoca. È raro al mondo come museo che esponga solo molte lampade a olio, ed è utile anche come materiale didattico.

Museo e Biblioteca Kanji
Il “Kanji Museum & Library” (Museo Kanji) è il primo museo giapponese di kanji basato sull’esperienza che crea molte sorprese e scoperte attraverso mostre che non solo vedono, toccano, imparano e apprezzano i kanji.

Museo Kiyomizu Sannenzaka
Questo è il primo museo in Giappone che espone permanentemente lavori in metallo, cloisonné, lavori in lacca, sculture e Kyoto Satsuma della fine del periodo Edo e dell’era Meiji, incentrato su coloro che sono tornati a casa dall’estero. Queste tecniche, che furono tramandate dai paesi della Via della Seta al Giappone e completate, raggiunsero il loro apice in quest’epoca e le opere d’arte giapponesi sorpresero il mondo. Puoi vedere le opere di alto livello dell’epoca, comprese le opere di artisti imperiali e scrittori sconosciuti.

Namikawa Yasuyuki Cloisonne Memorial Hall
Una sala commemorativa per Yasuyuki Namikawa, un cloisonné che rappresenta il Giappone dall’era Meiji a quella Taisho. Oltre alle opere cloisonne (proprietà culturale tangibile registrata a livello nazionale) tramandate alla famiglia Namagawa, antiche dimore e laboratori (proprietà culturale tangibile registrata a livello nazionale e edifici di design storico designati dalla città di Kyoto, edifici di importanza paesaggistica, edifici storici di formazione scenica), sette giardino progettato da Jihei Ogawa (un punto panoramico designato dalla città di Kyoto) è aperto al pubblico.

Eventi / festival

Festival Oharae durante l’estate
Gion Hoseikai
Tè vestiti imperiali
Cerimonia del tè Kitaseisho
Festa della preghiera
Cerimonia di Oharae
Festival di Wakana
Kakure nenbutsu
Festival della Luna del Santuario di Gion
Buon esempio Kaomi Seiko
Festival di primavera di Kompira
Festival di Hagi
Festival dell’acero
Festival regolare
Primo Kompira
Processione di idoli
Cerimonia di Oharae
Festa del fuoco
Cerimonia di apertura di Karuta
Keirosai
Festival del pettine
Dedizione alla danza
Cerimonia di lavaggio di Mikoshi
Festival del Santuario di Ebisu
Kyoto / Higashiyama Hanatouro
Kannon Sutra Reading Association e corso di cultura buddista dell’Hosso settentrionale
Dedica dei cervi in ​​stile Ogasawara
Enmusubi First Great Power Festival
Santuario Ayagasa-ho Chigo
Il festival del grande potere
Servizio commemorativo di Chion-in
Festival Ebisu di venti giorni
Il racconto dell’Heike a Chikuzen Biwa
Festival estivo di Kyoto / Yuzen Nagashi Fantasy
Lode
Kuya Dance Nembutsu
Festival della dedica di Kagura
Cerimonia di lavaggio di Mikoshi
Lanterna
Dedizione delle arti performative tradizionali
Festival Tanabata
Biglietto da visita del Ringraziamento
Cerimonia di dedicazione
Festival estivo del santuario di Eki
Hiyori Kagura
Struttura dell’evento
Dedizione Biwa
Toka Ebisu Grand Festival
Oharae Festival
Benzaiten speciale festa di preghiera
Visitando Naginata-hokosha
Festival dell’era
Kamogawa Noryo Yuka
Basho
Seiryukai
Dedizione di Iwami Kagura
Festival di Setsubun
Scendi Kamogawa
Adempimento d’amore Festival di Tanabata
Cerimonia di partenza di Mikoshi Watari (sotto i gradini di pietra)
Konjac che brucia
Cerimonia del tè a quattro teste
Noh dedica
Crociera galleggiante
Pattuglia di ombrello di fiori
Dedizione di Kyogen
Struttura dell’evento
Festival annuale Festival del padrone di casa
Kyo Odori
Niiname-no-Matsuri
Enmusubi Prayer Sakura Festival
Festival serale del palazzo
Laurea Naginatabokocho Gosen
Festival di Setsubun
Kamogawa Noryo
Comunque festival
Festival dell’acero
Rokudo in arrivo
Festival della ceramica
Mille giorni di pellegrinaggio
Grande festival del santuario di Awata
Santuario Kuze Chigo
Festival del padrone di casa Enmusubi
Lavandino della lanterna di Hirosawaike
Mantokai
Kagai di Kyoto performance congiunta “Il trambusto della città”
Festival di ritorno
Festival del tè Sencha

Tags: