La pittura vittoriana si riferisce agli stili distintivi della pittura nel Regno Unito durante il regno della regina Vittoria (1837-1901). Il primo regno di Victoria fu caratterizzato da un rapido sviluppo industriale e da cambiamenti sociali e politici, che resero il Regno Unito una delle nazioni più potenti e avanzate del mondo.

La pittura vittoriana si basava sulla pittura il più accuratamente possibile dalla natura quando era capace, e quando dipingeva scene immaginarie per assicurarsi di mostrare il più fedelmente possibile la scena come sarebbe apparsa, piuttosto che distorcere il soggetto del dipinto per farlo apparire nobile. Sentivano anche che era il ruolo dell’artista quello di dire lezioni morali, e sceglieva argomenti che sarebbero stati intesi come racconti di moralità dal pubblico del tempo. Erano particolarmente affascinati dai recenti progressi scientifici che sembravano smentire la cronologia biblica, in quanto riguardavano l’attenzione ai dettagli degli scienziati e la volontà di sfidare le proprie convinzioni esistenti. Sebbene la Confraternita dei preraffaelliti fosse relativamente di breve durata, le loro idee erano molto influenti.

Alcuni dei seguaci preraffaelliti abbandonano il rigoroso realismo in favore della poesia e dell’attrattiva. Questo tendeva ad essere incarnato nei dipinti di donne. Come molti altri artisti e scrittori dell’epoca, l’amore come l’argomento più importante è sempre più considerato.

Una grave depressione economica e la crescente diffusione della meccanizzazione hanno reso le città britanniche un posto sempre più sgradevole in cui vivere, e gli artisti si sono opposti all’enfasi sul riflettere la realtà. Una nuova generazione di pittori e scrittori nota come movimento estetico riteneva che il dominio sull’acquisto di opere d’arte da parte della classe media scarsamente istruita e l’attenzione preraffaellita a riflettere la realtà di un mondo brutto portasse a un declino della qualità di pittura. Il movimento estetico si concentra sulla creazione di opere che descrivono la bellezza e le azioni nobili, come una distrazione dalla spiacevole realtà.

Tate Britain

Tate Britain è un ente pubblico non dipartimentale esecutivo e un ente di beneficenza esente. La sua missione è quella di accrescere il divertimento e la comprensione del pubblico dell’arte britannica dal XVI secolo ad oggi e dell’arte internazionale moderna e contemporanea

Tate Britain è la galleria nazionale di arte britannica dal 1500 ad oggi. In quanto tale, è la collezione più completa del suo genere al mondo.

Gli spazi espositivi principali mostrano la collezione permanente di arte storica britannica, così come il lavoro contemporaneo. Dispone di sale dedicate alle opere di un artista.

I contenuti delle esposizioni virtuali sono forniti da Google Maps e Google Arts & Culture Project

Share