Saint-Cyr-sur-Mer, Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Francia

Saint-Cyr-sur-Mer è un comune francese situato al limite occidentale del dipartimento del Var nella regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Fa parte della comunità urbana di Sud Sainte-Baume. I suoi abitanti sono chiamati Saint-Cyriens. Confina con La Ciotat a ovest, Bandol a est e La Cadière-d’Azur a nord. Oltre a Saint-Cyr stesso, il comune comprende i villaggi di Les Lecques, un porto e un resort sulla spiaggia, e La Madrague, un piccolo porto.

L’agricoltura e il turismo sono importanti industrie della zona. Frutta, verdura, olive e vino sono prodotti nel comune e sia Saint-Cyr-sur-Mer che Les Lecques hanno mercati. Le attrazioni turistiche includono la spiaggia sabbiosa di Les Lecques, i sentieri costieri e il Musée de Tauroentum, un museo che espone manufatti provenienti dal sito romano di Tauroentum.

La piazza di Saint-Cyr contiene una replica della Statua della Libertà donata da Frédéric Bartholdi, scultore dell’originale. Era anche il campo base del team per la squadra di calcio nazionale turca per UEFA Euro 2016

Storia
Le colline a sud della valle di Saint-Cyr-sur-Mer sono state popolate sin dalla preistoria, come dimostrano le pietre focaie scoperte sul sito del museo Tauroentum e gli spazi occupati in epoca neolitica sulla collina di Gache. Gli scavi rivelano un’intensa attività in epoca romana. Questi scavi furono condotti nel xvii secolo. Testimone del passato e custode del patrimonio, il museo Tauroentum è uno dei gioielli di Saint-Cyr-sur-Mer. Costruito sui resti di una villa Maritima, ospita tre mosaici in bianco e nero nel I secolo e un pavimento di casa Tomb che attesta la ricchezza di questa antica residenza romana. Gli scavi hanno portato alla luce vetreria, lampade funebri, monete e oggetti rari come colonne intrecciate di marmo bianco del I e ​​II secolo. È grazie all’associazione degli Amici di Tauroentum creata nel 1927 che il sito verrà salvato. Museo elencato, controllato dal 1969, questo sito testimonia la lunga storia di Saint-Cyr-sur-Mer.

Il museo porta il nome di Tauroentum in quanto Villa Maritima è stata a lungo presa per il banco massaliote di Tauroentum. L’archeologia ha dimostrato che Tauroentum si trova effettivamente a Brusc.

La città di Saint-Cyr-sur-Mer si staccò dalla città di La Cadière-d’Azur nel 1825.

La città di Saint-Cyr-sur-Mer ha su Place Portal una delle quattro repliche esatte della Statua della Libertà in Francia, in modello ridotto, la cui firma di Bartholdi sulla base attesta l’autenticità. Inaugurato a Saint-Cyr-sur-Mer nel 1913, è offerto da Anatole Ducros, grande proprietario di Saint-Cyr-sur-Mer. Misura 2,50 m, la lunghezza dell’indice di quella di New York, interamente in ghisa e ricoperta da un sottile strato dorato.

Il 21 giugno 2015 è stata collocata l’elevazione delle reliquie di Saint Cyr e Saint Julitte, patroni della parrocchia. Le reliquie di questi due santi martiri sono tornate ai rispettivi reliquiari.

agricoltura
Saint-Cyr-sur-Mer è un comune agricolo. Coltivano frutta e verdura precoci, ulivi e soprattutto viti, la città fa parte della denominazione AOC Bandol della Côtes de Provence.

Turismo
Il Domaine de la Castille, hotel e ristoranti. È anche una località balneare e turistica. Con le sue spiagge (grande Lecques e Madrague), le sue insenature (baia di Port d’Alon) dove si praticano le immersioni subacquee.

Patrimonio culturale
Saint-Cyr-sur-Mer è ricca di delizie culturali da scoprire.

Villa Maritima
Fai un viaggio indietro nel tempo scoprendo le rovine di uno degli ultimi esempi di Villa Maritima (villa marittima). Passeggia semplicemente nei giardini del Museo Tauroentum, chiudi gli occhi e lascia che la tua immaginazione faccia il resto. La magnifica “tenuta sul mare” di Villa Maritima è un sito raro nella regione, più abituato alle “ville” interne (villa rustica). In estate, vieni in famiglia, in coppia o da solo e gioca come romani durante le visite notturne.

Sébastien Art Center
Il Sébastien Art Center si trova in un’antica fabbrica di capperi trasformata in una galleria d’arte, dove è possibile ammirare le opere di Gabriel Sébastien Simonet, noto come “Sébastien” e visitare mostre temporanee di arte contemporanea durante tutto l’anno. Un evento molto atteso: la prestigiosa Biennale Internazionale degli Acquerelli, con artisti internazionali.

La statua della Libertà
Una delle tre repliche della statua americana. Donato alla città da Anatole Ducros, un ricco proprietario terriero di Saint-Cyr, sormonta la fontana eretta per commemorare il completamento dei lavori introducendo un approvvigionamento idrico per la località. È stato scolpito da Frédéric Auguste Bartholdi e porta la sua firma.

Patrimonio religioso
Chiesa di Saint-Cyr-Sainte-Julitte e la sua campana del 1784. La chiesa ha anche reliquie del giovane santo e di sua madre.
Memoriale: monumento ai caduti, piedistallo e busto.

Villaggio provenzale
Riconosciuto come una delle località più belle di Francia, Saint-Cyr-sur-Mer, è il luogo ideale per godersi una vacanza meravigliosa e sperimentare lo stile di vita provenzale. La vita qui è bella e rimarrai incantato dallo spirito del villaggio. Bere un aperitivo sotto i platani in Place Portalis, quindi cenare con gli amici mentre il sole tramonta sulla baia di Les Lecques … Andare in mare, fare un’escursione per scoprire insenature e insenature o spingere i tuoi confini con un’introduzione al wakeboard o immersioni … regalare a tutta la famiglia un gelato in riva al mare o godersi un concerto all’aperto in una calda serata estiva insieme in coppia …

mercati
Fai una visita al mercato domenicale, al mercato dei produttori o al mercato estivo al porto di La Madrague, esplora le bancarelle di frutta e verdura dove la Provenza prende davvero vita e torna a casa con tutto il necessario per la giornata.

Altri patrimoni
Sito archeologico.
Il Museo gallo-romano di Tauroentum è costruito sui resti della villa Maritima, risalente all’epoca romana, nel I secolo d.C.
Il cuginetto della Statua della Libertà di New York: una mini replica d’oro installata nel 1903, Place Portalis.
Sébastien Art Center, desolato industriale industriale riabilitato, ora investito in arte contemporanea.
La fontana dei delfini.

I dintorni
C’è così tanto da scoprire intorno a Saint-Cyr.

Le insenature di Cassis
Saint-Cyr beneficia di una posizione privilegiata, a soli 2o chilometri dalle famose Calanques di Cassis: panorami mozzafiato, escursioni e nuoto nelle acque cristalline. Parti da Saint-Cyr-sur-Mer per un tour alla scoperta delle insenature di CASSIS e MARSIGLIA, un sito classificato come patrimonio naturale francese con la barca Atlantis.

Villaggi in collina:
Arte di vivere e natura si intrecciano nei villaggi collinari dell’entroterra.
La Cadière d’Azur: piccolo villaggio provenzale a 8 km da Saint Cyr sur Mer, punto di vista eccezionale sulla regione.
Borgo medievale di Le Castellet, la sua posizione privilegiata offre viste mozzafiato sulla regione, viuzze e artigiani vi incanteranno.
Piccolo villaggio di Le Beausset, tipico dell’entroterra, grande mercato il venerdì mattina, vicoli e vecchi edifici da scoprire.
Evenos: Evenos la Belle si rivela attraverso le sue vecchie pietre e i suoi paesaggi maestosi (sito web evenos.fr).

Eredità naturale
Ricca di spazi naturali, Saint-Cyr-sur-Mer promette splendidi momenti di scoperta. Bellezze nascoste, siti eccezionali, sentieri colorati o una turbina eolica placcata. In bici, in auto oa piedi puoi ammirare la ricchezza e la varietà degli spazi naturali di Saint-Cyr-sur-Mer, ma approfitta anche di questa luce così particolare per la nostra bellissima regione.

Il viale dei platani a Lecques famoso per i bacchanalia che vi furono organizzati negli anni ’70.
Il sentiero dei vigneti.
La tenuta di Frégate, sede del campo da golf di Frégate, una tenuta vinicola e un vecchio palmeto privato dove sono ancora coltivate palme da cocco cilene di seicento anni fa.
Lo sviluppo di Les Lucquets comprende molti capolavori dell’architettura moderna. Navate laterali: viti, platani, ecc.
Animale endemico del Var citato da Buffon, il tasso delle sabbie, l’ultimo esemplare è stato visto nella città di Saint-Cyr nel 1949.

La duna del vento affrontata
Un fenomeno paesaggistico unico nella regione. Formata per secoli, dall’azione del maestrale, che venne ad adagiarsi sul fianco della collina granelli di sabbia dalla spiaggia di Lecques, il flusso di sabbia visibile a Nartette è in effetti il ​​canale di scarico del flusso primario che si trovava sull’altro lato della collina. Su questa duna c’è una vegetazione particolare, adattata all’ambiente e purtroppo in pericolo, la duna non viene più alimentata con sabbia e subisce una forte erosione naturale e antropica. Affinché le generazioni future possano sempre beneficiare di questo delicato panorama, vengono messe in atto azioni di sensibilizzazione e di canalizzazione che ovviamente vi invitiamo a rispettare con civiltà.

Il sito Natura 2000
L’obiettivo di questa rete è promuovere il mantenimento della biodiversità europea, tenendo conto delle attività socioeconomiche e culturali locali. A Saint-Cyr-sur-Mer, il sito Natura 2000 Pointe Fauconnière copre 764 ettari (di cui 232 ettari in mare)

Tenuta Nartette
I 17 ettari di vigneti del Domaine de Nartette sono sfruttati da un viticoltore approvato dal Conservatoire du littoral e dalla Città di Saint-Cyr-sur-Mer. La vendemmia vinificata in una cooperativa vinicola, produce vini certificati AB (da agricoltura biologica) e Bandol DOP, nei tre colori (rosso, rosato e bianco). Circa 450 alberi di ulivo sono gestiti e sfruttati sotto la gestione di agenti della città di Saint-Cyr-sur-Mer. L’olio estratto in una cooperativa olivicola viene offerto per la degustazione durante gli eventi sul sito.

L’erbario di posidonia
Specie endemica nel Mediterraneo, la posidonia è una pianta marina in fiore. Essendo una specie chiave, fondamentale per la catena alimentare, questa pianta acquatica svolge diversi ruoli chiave nella biodiversità subacquea, incluso il fornire riparo protettivo a varie specie animali e vegetali, produrre ossigeno e aiutare a prevenire l’erosione costiera.

Correndo continuamente lungo la costa a Pointe Fauconnière, l’erbario inizia ai margini delle scogliere e delle rocce costiere e continua fino a una profondità di circa 30 metri. Avendo il suo habitat principale all’interno di questo sito ed essendo particolarmente sensibile all’ormeggio, una significativa campagna di sensibilizzazione è stata condotta per suo conto tra i navigatori ricreativi e i marittimi professionisti, per incoraggiare tutti a contribuire a garantirne la conservazione.

I vigneti
Saint-Cyr-sur-Mer è uno degli 8 comuni Var dell’AOP Bandol. Una denominazione a misura d’uomo di 1600 ettari di vigneti. Sessanta cantine e tenute producono vini unici in quantità limitate attorno a uno straordinario vitigno, Mourvèdre, con un forte temperamento e sublimato da eccezionali condizioni naturali.

Alla curva di una strada di campagna, nell’entroterra di Saint-Cyrien, sarai sicuramente guidato dalla curiosità di saperne di più su questo impegnativo vitigno che richiede un’attenta cura. Vieni a conoscere i nostri appassionati viticoltori, conoscendo la vite, il suolo, la domanda di qualità e ascoltali mentre parlano di questo know-how.

Domini, cantine e castelli si estendono lungo la strada del vino Bandol e vi daranno il benvenuto. L’espressione del terroir e il “know-how Bandol” sono disponibili in tre colori: rossi, un riferimento, rosati, il fascino della convivialità e i bianchi di rara raffinatezza.

La passeggiata del vigneto
Una passeggiata alla scoperta di terra e mare, invitandoti a scoprire le attività umane tradizionali. Adorerai i vari paesaggi di questo circuito a tema di due chilometri. Una deliziosa passeggiata vi porterà da La Madrague a Port d’Alon, alla scoperta del ricco patrimonio locale e delle culture tradizionali. Scopri tutto su Nartette Estate, vigneti e ulivi, la duna eoliana o “collina sabbiosa”, orchidee selvatiche o fauna mediterranea: sei pannelli informativi sono disseminati lungo questo percorso a tema. Dall’esplorazione del patrimonio agricolo, costruito e naturale alla scoperta dell’incredibile scenario mediterraneo, rimarrai stupito dagli splendori di questo insolito percorso, certificato nel 2013 come “Alta Var Route” dal Consiglio Generale del Var.

Le spiagge
Piedi in un’onda su un tratto di sabbia fine o isolati in un’insenatura intima, oscillazioni tra attività o ozio. Spiagge familiari, segrete o selvagge, rimarrete affascinati dalla diversità delle spiagge di Saint-Cyr-sur-Mer. Oltre all’area ricreativa e di riposo, la spiaggia è anche un grande parco giochi per la moltitudine di attività nautiche e sportive offerte a Saint-Cyr-sur-Mer.

Arredato e vivace, la spiaggia di Lecques e la spiaggia della Madrague offrono tutti i comfort nelle immediate vicinanze. I bambini possono sognare di essere pirati nei parchi giochi o scivolare sulle onde, i più grandi possono imparare il surf o scoprire la pagaia in piedi, mentre lavori sull’abbronzatura.

Spiaggia di Lecques
Con la sua sublime distesa di sabbia di quasi 2 km e la sua vista da cartolina, questa spiaggia ti invita tutto l’anno a condividere la mitezza del suo clima mediterraneo. Un eccezionale patrimonio naturale, la baia di Lecques è circondata da colline boscose e paesaggi notevoli. Acque poco profonde, un’ampia spiaggia sabbiosa, ristoranti e bagnanti e aree ricreative: la spiaggia di Lecques è l’ideale per tutta la famiglia. Strutture sportive e giochi per bambini promettono molto divertimento per grandi e piccini. Per quanto riguarda gli amanti del mare, avrete l’imbarazzo della scelta. Vela, immersioni, kayak da mare, surf, paddle boarding, wakeboard, jet ski, parapendio, sci nautico o boe trainate: la spiaggia di Les Lecques offre molte attività nautiche.

Spiaggia della Madrague
Più intima delle Lecques, questa piccola spiaggia sabbiosa situata vicino al porto di Madrague offre anche una vista straordinaria sulla baia. Un vero paradiso di pace, offre una passerella pedonale in legno che consente di raggiungere la baia di Brameou al riparo dal vento. La spiaggia della Madrague è senza dubbio un paradiso per i bambini: con l’area giochi per bambini, il sito è il luogo ideale per giocare a capitani a bordo! E per chi preferisce la sirenetta, vai al belvedere che offre un panorama eccezionale sul golfo. Sotto la supervisione della stagione, la spiaggia della Madrague non manca di attività nautiche.

Baia del porto di Alan
Situata tra Saint-Cyr e Bandol, questa insenatura selvaggia è una sosta di verde e freschezza ideale per gli amanti della natura. È uno dei punti di partenza per il sentiero costiero. Le sue rive ombreggiate da pini accolgono gli escursionisti su rocce riscaldate dal sole. Con i suoi sessanta metri di spiaggia sabbiosa e di ciottoli, questa baia promette piacevoli momenti di nuoto. Per i più avventurosi, un percorso sottomarino consente di scoprire la flora e la fauna subacquee accompagnate da un’eco-guida del mare.

Spiaggia Reinette
Accessibile dal porto di La Madrague, questa spiaggia vi invita a riposare e rilassarsi. Rocce e scogliere che si tuffano nel mare, di fronte alla baia e a Sainte Baume, questo sito selvaggio attirerà gli amanti di splendidi panorami.

Le porte
Contempla le sfumature dell’azzurro, ascolta il tintinnio degli alberi, lo scroscio dell’acqua sugli scafi, tre porti lungo la costa di Saint-Cyrien.
Puoi ammirare la bellezza del nuovo porto, salutare i navigatori del vecchio porto e passeggiare lungo la spiaggia di Lecques per scoprire finalmente il piccolo porto tradizionale di Madrague …

Il nuovo porto di Lecques
Una pittoresca sosta a misura d’uomo, questo porto da 200 posti ha posti per i visitatori. È gestito dalla società New Port des Lecques.

Il vecchio porto di Lecques
A pochi metri dalla spiaggia di Lecques, vicino al nuovo porto, il vecchio porto di Lecques è una vera e propria sosta pittoresca a misura d’uomo: 200 posti sono riservati lì per accogliere i visitatori.

Il porto di Madrague
Non commettere errori, non potrai vedere Brigitte lì, tuttavia, questo piccolo porto intimo, con le sue piccole barche colorate è un vero invito alla serenità. Puoi incontrare alcuni pescatori professionisti o ammirare alcune specie della regione grazie al piccolo acquario installato sul posto.

Il sentiero costiero
Dalle scogliere, il percorso offre una vista imbattibile su Cap Sicié e l’arcipelago di Riou. Sulle orme dei doganieri degli anni passati. Segui il litorale e prenditi il ​​tempo per percorrere questo sentiero che collega il piccolo porto di La Madrague con Bandol. Scopri l’ambiente naturale preservato e assapora gli aromi di iodio e pino. Segui le orme dei doganieri degli anni passati e goditi viste imbattibili dalle scogliere su Cap Sicié e l’arcipelago di Riou. Lungo i ripidi sentieri scoprirai il tipico scenario balneare della regione, tra pini di Aleppo, lecci, agavi e fichi di Barbary.

Le isole d’oro
A pochi minuti da Saint-Cyr-sur-Mer, scopri le isole dorate: Porquerolles e le sue spiagge paradisiache, il Levante, paradiso naturista o Port Cros, il primo parco marino nazionale.

Tags: