Rockoxhuis Antwerpen, Belgio

Rockoxhuis (The Rockox House) è un’antica residenza della famiglia Rockox e museo privato belga della KBC Bank nella città di Anversa, in Belgio.

Nicolaas Rockox (Anversa, 1560-1640) occupò questa casa durante la prima metà del diciassettesimo secolo. Ha svolto un ruolo molto importante nella vita politica, artistica e sociale della sua città, occupando diverse posizioni di responsabilità, tra cui come assessore e borgomastro.

Il ricordo di questo importante patrizio del diciassettesimo secolo è tenuto in vita oggi nell’evocazione della residenza del suo borgomastro ad Anversa.

La casa è un tipico esempio di architettura che era popolare con la borghesia del 17 ° secolo ad Antwerpen. Ha un giardino interno con erbe fini e ha le caratteristiche di un pallazo italiano.

Il cortile è un’evocazione del giardino cittadino dei primi anni del XVII secolo, probabilmente dovuto a Rockox. Ordinò piante, arbusti e alberi ad Aix-en-Provence, con il botanico e umanista Nicolas Claude Fabri de Peiresc (1580-1637). La spedizione è stata documentata attraverso la corrispondenza di accompagnamento che è stata mantenuta. Alcune di queste piante fanno parte del giardino interno come ulivi, oleandri, styrax, un albero di velluto e molti altri. Durante la primavera ci sono i tulipani e nei gigli estivi adornano il giardino.

Il giardino si è evoluto in un luogo in cui scienza, arte e filosofia si sono incontrati. Rockox aveva un certo numero di trattati sui giardini e opere filosofiche di Justus Lipsius, che conosceva personalmente. Anche Abraham Ortelius, Christoffel Plantijn e Jan Moretus appartenevano alla sua cerchia di conoscenze. Peter Paul Rubens lo ha definito il suo “fine amichevole”.

Le quattro porte del giardino sono dipinte dagli studenti della Artesis Hogeschool Antwerpen con trompe-l’oeil che erano presenti nei giardini della città del XVII secolo, soprattutto per invocare l’illusione di un grande giardino e rafforzare la prospettiva.

Museo:
Il Gruppo KBC acquistò la proprietà nel 1970 e sotto gli auspici della banca fu fondata la fondazione Nicolaas Rockox, responsabile del restauro e della gestione della proprietà. Tra il 1972 e il 1977, l’edificio fu trasformato in un museo e spazi polivalenti. La casa testimonia la ricchezza culturale del 17 ° secolo e l’aspetto di Anversa.

La Rockox House ospita mobili speciali (tra cui armadi d’arte, casse e armadi splendidamente scolpiti), ceramiche, sculture, arazzi e una vasta collezione di dipinti di Rubens, Antoon van Dyck, Jacob Jordaens, Joachim Patinir, David Teniers de Jonge, Joos de Momper , Frans Snyders, Jan Brueghel de Oude e Pieter Breugel de Jonge.

Le sale attuali sono decorate con la collezione d’arte di KBC Bank. Questa collezione è messa permanentemente in mostra, come i dipinti sarebbero presentati nel 16 ° secolo. Famosa è la collezione di vecchi maestri.

Tuttavia, questa collezione non è la collezione storica di proprietà della famiglia Rockox. Oltre ai dipinti, l’attuale collezione KBC comprende importanti incisioni, sculture e tessuti.

Tags: