Rijksmuseum, Amsterdam, Paesi Bassi

Il Rijksmuseum è il museo dei Paesi Bassi. I suoi capolavori di fama mondiale dell’età dell’oro olandese includono Milkmaid di Vermeer e Rembrandt’s Night Watch. Anche il Rijksmuseum è un capolavoro. La collezione è presentata in uno splendido edificio con un incredibile design d’interni. In 80 gallerie 8000 oggetti raccontano la storia di 800 anni di arte e storia olandese, dal Medioevo a Mondrian. Ogni anno oltre 2,5 milioni di visitatori viaggiano attraverso i secoli e provano una sensazione di bellezza e senso del tempo.

Il Rijksmuseum (Museo nazionale olandese) è un museo nazionale olandese dedicato alle arti e alla storia ad Amsterdam. Il museo si trova nella Museumplein nel distretto di Amsterdam Sud, vicino al Van Gogh Museum, allo Stedelijk Museum di Amsterdam e al Concertgebouw.

Il museo espone 8.000 oggetti d’arte e di storia, dalla collezione totale di 1 milione di oggetti degli anni 1200-2000, tra cui alcuni capolavori di Rembrandt, Frans Hals e Johannes Vermeer. Il museo ha anche una piccola collezione asiatica, che è esposta nel padiglione asiatico.

Nel 1795 fu proclamata la Repubblica batava. Il ministro delle finanze Isaac Gogel sostenne che un museo nazionale, seguendo l’esempio francese del Louvre, sarebbe servito all’interesse nazionale. Il 19 novembre 1798, il governo decise di fondare il museo.

Il 31 maggio 1800, la National Art Gallery (olandese: Nationale Kunst-Galerij), precursore del Rijksmuseum, aprì le sue porte a Huis ten Bosch all’Aia. Il museo espone circa 200 dipinti e oggetti storici provenienti dalle collezioni degli storici cittadini olandesi.

Nel 1876 si tenne un nuovo concorso e questa volta vinse Pierre Cuypers. Il design era una combinazione di elementi gotici e rinascimentali. La costruzione iniziò il 1 ° ottobre 1876. Sia all’interno che all’esterno, l’edificio era riccamente decorato con riferimenti alla storia dell’arte olandese. Un altro concorso è stato tenuto per queste decorazioni. I vincitori sono stati B. van Hove e J.F. Vermeylen per le sculture, G. Sturm per il tableau e il painting e W.F. Dixon per il vetro colorato. Il museo fu inaugurato nella sua nuova sede il 13 luglio 1885.

Nel 1890 fu aggiunto un nuovo edificio a breve distanza a sud-ovest del Rijksmuseum. Poiché l’edificio è stato ricavato da frammenti di edifici demoliti, che insieme offrono una panoramica della storia dell’architettura olandese, sono diventati noti in modo informale come “framment building”. È anche conosciuta come “ala sud”.

L’edificio del Rijksmuseum fu progettato da Pierre Cuypers e inaugurato nel 1885. Si compone di due piazze con un atrio in ogni centro. Nell’asse centrale c’è un tunnel con gli ingressi al piano terra e la Galleria d’onore al primo piano. L’edificio contiene anche una biblioteca. La costruzione del frammento, con ala Philips di marca, contiene frammenti di edifici che mostrano la storia dell’architettura nei Paesi Bassi. Il Rijksmuseum è un Rijksmonument (sito del patrimonio nazionale) dal 1970 ed è stato inserito nella Top 100 dei siti del patrimonio olandese nel 1990. Il padiglione asiatico è stato progettato da Cruz y Ortiz e inaugurato nel 2013.

Secondo Muriel Huisman, Project Architect per il rinnovamento del Rijksmuseum, “Cruz y Ortiz è sempre alla ricerca di una sinergia tra vecchio e nuovo, e cerchiamo di non spiegare le cose con la nostra architettura.” Con i Rijks, “non c’è nessun taglio tra i vecchi e nuovo, abbiamo cercato di unirlo: lo abbiamo fatto cercando materiali che fossero fedeli all’originale dell’edificio, dando vita a una sorta di architettura silenziosa “.

La collezione del Rijksmuseum comprende 1 milione di oggetti ed è dedicata all’arte, all’artigianato e alla storia dal 1200 al 2000. Circa 8000 oggetti sono attualmente esposti nel museo.

La collezione contiene oltre 2.000 dipinti dell’età dell’oro olandese di importanti pittori come Jacob van Ruisdael, Frans Hals, Johannes Vermeer, Jan Steen, Rembrandt e gli allievi di Rembrandt.

Il museo ha anche una piccola collezione asiatica che è esposta nel padiglione asiatico.

Mostra anche la poppa di HMS Royal Charles che è stata catturata nel Raid sul Medway e la piastra di Hartog.

Nel 2012 il museo ha fatto il passo insolito di mettere a disposizione circa 125.000 immagini ad alta risoluzione per il download tramite la sua piattaforma web Rijksstudio, con l’intenzione di aggiungere altre 40.000 immagini all’anno fino a quando non sarà disponibile l’intera collezione di un milione di opere, secondo Taco Dibbits, regista di collezioni.

Tags: