Recensione di Carnevale di Venezia 2020, Italia

Il Carnevale di Venezia 2020 dura dall’8 al 25 febbraio. L’edizione 2020 del Carnevale di Venezia ruoterà attorno al tema dell’amore declinato insieme al gioco e ad un pizzico di follia. Più di 150 eventi, 50 iniziative per bambini e ragazzi, altrettante rassegne culturali con la partecipazione di oltre 300 artisti. Saranno confermati tutti gli spettacoli tradizionali, con qualche novità in più come l’evento a sorpresa in programma in Piazza San Marco per San Valentino, la festa degli innamorati.

Venezia durante il Carnevale è affascinante, con una miscela storicamente ricca di spettacoli e cene e, naturalmente, i magnifici costumi, comprese le stravaganti maschere per le quali Venezia è così famosa. Se non hai mai avuto un incontro romantico a Venezia, forse avrai l’opportunità di scoprire perché innumerevoli generazioni di amanti appassionati hanno esclamato che il romanticismo a Venezia è il miglior romanticismo che ci sia. Come ogni anno c’è grande attesa per la kermesse veneziana, che per l’occasione richiama sempre un gran numero di turisti da tutta Italia e dal mondo.

Nel Carnevale, le strade sono piene di celebranti vestiti con abiti lussuosi e festosi; vivere Venezia durante il Carnevale è come fare un salto indietro nel tempo, senza edifici moderni a rovinare l’illusione. Si può passeggiare per le strade, ammirando i costumi e gli spettacoli di strada, oppure assistere a una festa serale, a un’opera oa un concerto, in uno dei palazzi o degli hotel abituati ad ospitare i reali.

Famosi ed emozionanti sono anche il Corteo delle Marie e il Volo dell’Angelo che celebrano il secondo fine settimana di Carnevale, come il Concorso per la maschera più bella a cui partecipano gruppi in costume provenienti da tutto il mondo, il Volo dell’Aquila ), l’incoronazione della Madonna del Carnevale e gli spettacoli che chiudono la festa del martedì grasso, in un tripudio di colori, applausi, coriandoli e la grazia e la bellezza delle ragazze protagoniste.

Il lato glamour del Carnevale è quello delle feste di palazzo: stucchi, ori, velluti e candele, l’esperienza è travolgente e coinvolgente: tra cibo e profumi coppie di fate e satiri, regine e cortigiani, grandi condottieri, dogi, cardinali, comici e ballerini accolgono gli ospiti che in pochi minuti dimenticano l’epoca a cui appartengono.

Per tutta la sera potresti provare a salire le scale di un palazzo a lume di candela, aspettando che Casanova faccia le sue avances; gustando cocktail sullo scintillante Canal Grande, abbandonando i sensi al piacere; il tutto rivelando la tua vera identità solo ad intimi scelti con cura. Dopo tutta questa stravaganza, forse la tua notte è completata da un misterioso, romantico appuntamento al chiaro di luna, che ti lascerà estasiato e senza fiato, pronto a incontrare di nuovo l’intera esperienza il giorno successivo.

Eventi in evidenza
Il Carnevale di Venezia comprende una serie di eventi pubblici all’aperto che scandiscono le due settimane di Carnevale. Gli eventi più importanti e festosi sono i balli in maschera e le feste private organizzate nei palazzi al ritmo delle notti del Carnevale di Venezia.

Il Carnevale di Venezia è una tradizione con un forte fondamento nella cultura con il significato e la bellezza. Anche il mondo intero si riunisce ogni anno in questo periodo per contemplare la sua grandezza. Ogni anno, il Carnevale di Venezia trasforma la città in uno spettacolare tripudio di sfarzo, colori, spettacoli musicali, spettacoli pirotecnici e balli veneziani glamour. Se vuoi vivere al meglio l’atmosfera esotica di Venezia, il carnevale è il momento giusto.

Tutto prende il via con un tripudio di bandiere, barche, musica ed energia pura con l’inaugurazione. Conosciuta come la Festa Veneziana, l’inaugurazione si svolge sulle rive del canale di Cannaregio e sarà una festa di barche splendidamente decorate, spettacoli di danza e musica conditi con abbaglianti fuochi d’artificio.

Dopodiché, il programma del Carnevale di Venezia è ricco di eventi come la Festa delle Marie il 15 febbraio di quest’anno. Questo evento vede la sfilata delle “Dodici Marias” da San Pietro di Castello a Piazza San Marco ed è un’ottima occasione per vedere i costumi tradizionali veneziani.

Lo stesso giorno, i visitatori possono visitare la Galleria delle Meraviglie a Palazzo Ca’ Vendramin Calergi, dove arte, spettacoli comici e cibo delizioso si combinano con costumi selvaggi e balli fino a notte fonda. Il palazzo ospita quindi una serie di eventi simili, quindi nessuno deve perdersi.

Durante tutto il Carnevale di Venezia, i visitatori possono anche assistere a concorsi in maschera in Piazza San Marco. I concorrenti vengono valutati in base all’autenticità dei loro abiti prima del Gran Finale.

Il Carnevale di Venezia culmina il 25 febbraio, quando l’enorme “Leone di San Marco” – la bandiera del leone che simboleggia Venezia – viene innalzato al suo posto in cima al campanile di San Marco per essere salutato dalle Dodici Maria. All’inizio della giornata, potresti anche assistere al suggestivo Carnevale della Gioventù di Zelarino, che vede i bambini sfilare nei loro colorati carri fino alla piazza principale di Venezia.

Questo il programma dell’edizione 2020:

La Festa Veneziana sull’acqua
Festa veneziana sull’acqua: al via i festeggiamenti del Carnevale 2019Sabato 8 febbraio lo spettacolo di immagini e musiche acquatiche aprirà ufficialmente il Carnevale di Venezia. Il Rio di Cannaregio si trasforma in un vero e proprio palcoscenico acquatico con uno spettacolo che incanta ogni anno migliaia di spettatori, dove strutture galleggianti trasferiscono sull’acqua il tema del Carnevale di Venezia 2020 “Il Gioco, l’Amore e la Follia”.

Domenica 9 febbraio la parata d’acqua del Coordinamento delle Associazioni Remiere Voga alla Veneta lascerà i suoi ormeggi da Punta della Dogana lungo tutto il Canal Grande fino a raggiungere il popolare Rio di Cannaregio, dove sfilerà in un tripudio di folla accalcata sul banche.

Inaugurazione: Mestre Carnival Street Show 2020
Domenica 9 febbraio a Mestre si festeggia ufficialmente il Carnevale e la quarta edizione del Mestre Carnival Street Show 2020, con un Grand Opening straordinario in Piazza Ferretto. (LEGGI I DETTAGLI)

Speciale San Valentino
Venerdì 14 febbraio dalle ore 19: San Valentino Night Ball – Piazza San Marco, ospiterà le scuole di ballo veneziane in un’esplosione di danza, musica e magia. Con la conduzione della splendida coppia Federica Cacciola e Tommy Vee, e le intrusioni dell’eclettico principe Maurizio.

Carnevale di Mestre Street Show
Dal 15 febbraio: Per il terzo anno, Mestre celebra arte e spettacolo per le vie della città, animando piazze, strade e portici con spettacoli di musica e street art. Spettacoli diffusi, dove musicisti scatenati, acrobati spericolati e artisti stravaganti danno vita ad un’animazione colorata, divertente e soprattutto originale, in Piazza Ferretto e nelle altre vie della città.

Bici al Bacio – Gli Astrocicli
Gli Astrocicli di Pedalia, con gli artisti del Circo Patuf, percorrono le vie dell’Amore cavalcando grandi baci itineranti. Animazione e performance acrobatiche per grandi e piccini, ispirate ai baci più belli del cinema e ai baci più dolci della pasticceria! Dal 15 al 25 febbraio, 11 giorni di programmazione per circa 20 tappe: Campalto, Tessera, Tarù, Chirignago, Lido, Marghera, Trivignano, Malcontenta, Piraghetto e via Piave.

Processione della Festa delle Marie
Sabato 15 febbraio: la tradizionale “Festa delle Marie” parte da San Piero di Castello intorno alle 14.30, percorrerà via Garibaldi e Riva degli Schiavoni in uno spettacolare corteo, e arriverà sul palco di Piazza San Marco intorno alle 16.00, dove avverrà la presentazione ufficiale al pubblico del Carnevale di Venezia 2020.

Il ballo ufficiale della cena in amore
Dal 15 al 16 e dal 20 al 25 febbraio presso Ca’ Vendramin Calergi. Il Dinner Show inebria di passione, tra suoni, colori e sapori, creando un’esperienza di gioco, divertimento e puro divertimento. Ricco menù proposto dagli chef del Ristorante Wagner, l’accoglienza del Principe Maurice, le emozionanti performance artistiche di NuArt, la musica di Dj Oyadi e Gloria Fregonese, i costumi degli Atelier Veneziani Pietro Longhi e Nicolao.

Arsenal 2020
15 e 21-24 febbraio, Tese 93-94: La location più attesa dai giovani torna ad animare le notti del Carnevale di Venezia alle Tese dell’Arsenale. Serate pensate non solo per intrattenere ma anche per stimolare la fantasia sotto mentite spoglie. Musica dal vivo e Dj-set fino alle 03.30 con artisti internazionali.

Carnevale di Rialto
Dal 15 al 25 febbraio: Numerosi eventi del carnevale veneziano, organizzati dal Comitato Cittadino Campo Rialto Novo e Adiacenze, Associazione Mattacino e Rialto Mio tornano ad animare il territorio di Rialto con proposte per tutti i gusti e tutte le età.

Il volo dell’angelo
Domenica 16 febbraio: L’emozionante Volo dell’Angelo del Carnevale di Venezia 2019 apre ufficialmente i festeggiamenti del Carnevale in Piazza San Marco alle ore 12.00. Quest’anno sarà Lina Pani. Accolto nell’affollato parterre dai gruppi di rievocazioni storiche in costume, scioglierà la tensione del volo nell’abbraccio del Doge e del pubblico.

Carnevale di Murano
Domenica 16 febbraio: un gruppo di mamme, come lo scorso anno, organizza il Carnevale di Murano 2020: una sfilata e una festa per le famiglie e gli abitanti dell’isola. È una tradizione della comunità che vogliono mantenere viva e che coinvolge tutta la popolazione, comprese le imprese.

Il concorso delle maschere più belle
Da giovedì 20 febbraio a domenica 23 febbraio: i partecipanti sfileranno in passerella sfidandosi con costumi, maschere e parrucche nel doppio appuntamento giornaliero. La competizione diventa ancora più ricca di emozioni, colori e sorprese.

Ballata delle maschere con il taglio della testa del toro
Giovedì 20 febbraio: “Il taglio della testa del toro” è la festa del Giovedì Grasso del Carnevale di Venezia che si concluderà con un grande spettacolo in Piazza San Marco alle 17.00. Evento organizzato dall’Associazione Compagnia L’Arte dei Mascareri.

Storia di un amore invincibile
Venerdì 21 febbraio: 15.00 e 17.00 in Piazza San Marco. Lo spettacolo rievoca le antiche lotte tra Nicolotti e Castellani: in una narrazione avvincente, la lotta tra le due fazioni crea un coinvolgimento emotivo del pubblico presente.

Carnevale di Burano
Curate le celebrazioni di questo tradizionale appuntamento
a cura dell’Associazione Non Solo Carnevale sono in programma durante l’ultimo fine settimana di carnevale, con la sfilata dei carri allegorici il martedì grasso.

Sfilata di carri al Lido di Venezia
Venerdì 21 febbraio: dalle 16.30 sfilata dei carri allegorici in Gran Viale S. Maria Elisabetta, con partenza dalla Riviera San Nicolò, Mercatino di Carnevale in Gran Viale e Carnevale dello sportivo, e con prologo mattutino a Pellestrina.

Sfilata di carri a Marghera
Sabato 22 febbraio: grandi carri mascherati e altrettanti gruppi locali sfileranno lungo le vie della “Città Giardino”: come di consueto, il corteo effettuerà due passaggi in Piazza Mercato dove, al termine della sfilata, i gruppi partecipanti saranno assegnato.

Il volo dell’aquila
Domenica 23 febbraio: come da imperdibile tradizione, l’edizione 2020 del Carnevale di Venezia vedrà anche lo spettacolo del volo dell’Aquila dal Campanile a Piazza San Marco. Il nome, come di consueto, verrà svelato solo nelle fasi di preparazione degli eventi di Carnevale e che ogni anno riserva delle grandi sorprese!

Il volo dell’asino
Domenica 23 febbraio: Volo dell’Asino, uno degli eventi più attesi del programma carnevalesco di terraferma. Ogni anno fantastiche novità allo scoccare delle 12:00 il tradizionale Volo dell’Asino tutto da scoprire. È l’ultima domenica di Carnevale al Mestre Carnival Street Show con una lunga maratona di spettacoli, giochi, spettacoli in Piazza Ferretto, cuore della festa.

Regata Sprint di Carnevale
Domenica 23 febbraio dalle 14.30. Alla regata di Carnevale, numerosi equipaggi si sfideranno da Ca’ Vendramin Calergi a Rialto con regate sprint tra squadre miste di campioni, donne e giovanissimi. Premiazione finale alla Pescheria di Rialto.

Sfilata di carri a Campalto
Domenica 23 febbraio: dopo la ripresa nel 2019, viene confermata la tradizionale sfilata dei carri allegorici con inizio alle 14.30. I carri sfileranno per oltre un chilometro per le vie cittadine fino alla chiesa di San Benedetto. La sfilata si concluderà con la premiazione dei carri più belli.

Zelarino Carnevale dei Bambini
Martedì 25 febbraio: il Carnevale dei Bambini di Zelarino, giunto alla 53° edizione, vi aspetta anche quest’anno con due momenti di divertimento. Dalle 14.45 la fila dei carri allegorici nella via principale del paese accompagnata da gruppi mascherati provenienti dalle varie province venete.

Lo “Svolo del Leon”
Martedì 25 febbraio: si celebrano i più alti omaggi al Leone alato di San Marco, simbolo della nostra città che, eccezionalmente, salirà sul campanile dipinto su un grande telo scenografico per sorvolare il pubblico in piazza. Le dodici fanciulle veneziane, le Marie, lo accoglieranno dalle 17 sul palco di Piazza San Marco.

Storia
Il Carnevale di Venezia è un festival annuale che si tiene a Venezia, in Italia. È uno dei carnevali più conosciuti e apprezzati al mondo. Il festival è famoso in tutto il mondo per le sue maschere elaborate. Le sue origini sono molto antiche: le prime testimonianze risalgono ad un documento del Doge Vitale Falier del 1094, dove si parla di pubblico spettacolo e in cui viene menzionata per la prima volta la parola Carnevale.

L’istituzione del Carnevale da parte delle oligarchie veneziane è generalmente attribuita alla necessità della Serenissima, come già avveniva nell’antica Roma (vedi panem et circenses), di concedere alla popolazione, soprattutto alle classi sociali più umili, un periodo interamente dedicato al divertimento e feste, durante le quali veneziani e stranieri si riversavano in tutta la città per festeggiare con musiche e danze sfrenate.

Attraverso l’anonimato che le maschere ei costumi garantivano, si ottenne una sorta di appiattimento di tutte le divisioni sociali e si autorizzò persino la pubblica derisione delle autorità e dell’aristocrazia. Queste concessioni erano ampiamente tollerate e considerate uno sfogo provvidenziale alle tensioni e ai malcontenti che inevitabilmente si manifestavano all’interno della Repubblica di Venezia, che poneva severi limiti ai suoi cittadini su temi quali la morale comune e l’ordine pubblico.

Il Carnevale Moderno
Solo nel 1979 la secolare tradizione del Carnevale di Venezia risorge ufficialmente dalle sue ceneri, grazie all’iniziativa e all’impegno di alcune associazioni di cittadini e al contributo logistico ed economico del Comune di Venezia, del Teatro la Fenice, di la Biennale di Venezia e gli enti per il turismo.

Nel giro di poche edizioni, grazie anche alla visibilità mediatica riservata all’evento e alla città, il Carnevale di Venezia è tornato a ripercorrere le orme dell’antica manifestazione con grande successo, seppure con modalità e atmosfere differenti.

Le singole edizioni annuali di questo nuovo Carnevale sono state spesso distinte e dedicate a un tema di fondo, che le ispira per feste ed eventi culturali circostanti. Alcune edizioni sono state inoltre caratterizzate da aggregazioni e gemellaggi con altre città italiane ed europee, fornendo così un ulteriore coinvolgimento della manifestazione a livello internazionale.

L’attuale Carnevale di Venezia è diventato un grande e spettacolare evento turistico, che richiama migliaia di visitatori da tutto il mondo che accorrono in città per partecipare a questa festa considerata unica per storia, atmosfera e maschere.

I giorni tradizionalmente più importanti del Carnevale veneziano sono il giovedì grasso e il martedì grasso, anche se i maggiori afflusso si registrano sicuramente durante i fine settimana della manifestazione.

Le vacanze
Con la prima edizione del recente Carnevale, vengono contemporaneamente stabiliti un programma di eventi e un calendario dettagliato per il nuovo grande evento. La data di inizio delle celebrazioni ufficiali è fissata in coincidenza con il sabato precedente il giovedì grasso e la fine con il martedì grasso, per una durata complessiva di soli undici giorni. A differenza del Carnevale di un tempo, che per lungo tempo aveva una durata ufficiale di sei settimane, quello moderno si svolge con un programma concentrato, ma ricco di singoli eventi.

Come in passato, il Carnevale di Venezia rappresenta ancora una grande festa popolare per un vasto pubblico di tutte le età. Feste di strada ed eventi di ogni genere animano le giornate dei gruppi di maschere e turisti, che allegramente si sparpagliano per la città. Oltre alle feste ufficiali in piazza tra campi e campielli, ancora oggi come in passato nei grandi palazzi veneziani vengono organizzate diverse feste private e balli in maschera. In questi luoghi, ricchi di arredi e atmosfere pressoché immutate nel tempo, è possibile rivivere gli antichi fasti e la tradizione del Carnevale di un tempo.

La festa delle Marie
Solo nel 1999 l’antica Festa delle Marie è stata finalmente restaurata, con un’atmosfera che unisce la rievocazione storica dell’antico corteo con le fanciulle ad un più moderno spettacolo di bellezza in costume. Fu ufficialmente ripreso circa seicento anni dopo, da Bruno Tosi

Nelle settimane che precedono il Carnevale si svolge una sorta di selezione tra le giovani bellezze locali per scegliere le dodici Marie destinate a sfilare come protagoniste della processione, durante la festa. La festa si svolge generalmente nel pomeriggio del primo sabato di Carnevale, quando le dodici Marie, accompagnate da un lungo corteo composto da un corteo di damigelle, sbandieratori, musici e centinaia di altri figuranti in costume d’epoca, inizia il suo passeggiata lenta partendo dalla chiesa di San Pietro di Castello e dirigendosi verso Piazza San Marco, tra le quinte di una folla di maschere e turisti.

In piazza San Marco, il giorno successivo, le damigelle sfilano nuovamente in attesa della proclamazione ufficiale della vincitrice dell’edizione, la più bella delle dodici (la cosiddetta Maria dell’anno), alla quale viene assegnato un cospicuo premio.

Il volo dell’angelo
Nel Carnevale moderno si è deciso di riproporre al pubblico, in una veste simile a quella originale del Carnevale antico, l’anniversario del Volo dell’Angelo, nella sua variante del Volo della Colombina. Mentre in passato questo spettacolo si celebrava il giovedì grasso, nelle edizioni moderne si tiene generalmente a mezzogiorno della prima domenica di festa, come uno degli eventi di apertura che decretano ufficialmente l’inizio del Carnevale stesso. Fino all’edizione del 2000, sopra una folla acclamante, con lo sguardo rivolto al Campanile di San Marco, un uccello meccanico a forma di colomba effettuava, come in passato, la sua discesa sulla fune verso Palazzo Ducale. Circa a metà, nella sua parte inferiore è stata aperta una botola,

Dall’edizione del 2001, la prima del millennio, è stata riproposta l’antica formula del Volo dell’Angelo, sostituendo la Colombina con un vero artista e concludendo la discesa in Piazza San Marco. Il volo del 2001 è stato affidato alla Compagnia dei Folli, che per l’evento ha prestato un proprio artista. Per ogni edizione, l’Angelo del Carnevale, assicurato ad un cavo metallico, fa la sua unica discesa dalla cella campanaria del campanile, scivolando lentamente verso terra, sospeso nel vuoto, sopra la moltitudine che riempie lo spazio sottostante.

Tags: