Regina Sirikit Museo dei Tessuti, Bangkok, Tailandia

Queen Sirikit Museum of Textiles è il dono di Sua Maestà la Regina Sirikit e la Sua Fondazione di SUPPORTO al popolo della Thailandia. Nel 1976, Sua Maestà creò SUPPORTO per incoraggiare ulteriormente la produzione di artigianato tradizionale tailandese.

L’istituzione del Queen Sirikit Museum of Textiles incarna gli sforzi di Sua Maestà per assicurare la conservazione delle arti tessili tailandesi per le generazioni future.

Nel 2003, Sua Maestà la Regina Sirikit chiese il permesso di utilizzare un edificio allora libero nel parco del Grand Palace per ospitare un nuovo museo di tessuti. Il palazzo Ratsadakorn-bhibhathana del 1870 fu gentilmente concesso a tale scopo da Sua Maestà il defunto re Bhumibol Adulyadej. L’edificio per uffici – per molti decenni il Ministero delle Finanze – è stato completamente rinnovato e trasformato in un museo all’avanguardia; le sue strutture moderne includono una nuova hall, gallerie, magazzini, uno studio di educazione, una biblioteca, una sala conferenze e il primo laboratorio di conservazione tessile dedicato della Thailandia. Tuttavia, il suo passato è ancora molto presente, nel preservare la sua facciata originale e molti dettagli architettonici interni.

Nel primo periodo di Rattanakosin (1782-ca 1810) fu costruita una caserma di un solo piano. Seguendo l’organizzazione del palazzo a tre zone originale che designa l’area esterna per i militari, il centro per gli uffici e le residenze per i cortigiani re e maschio, e l’interno per le donne della corte, l’edificio si trova appena all’interno del muro esterno del Grand Palazzo, a destra del cancello d’ingresso dei visitatori.

Nel 1870, all’inizio del regno di Re Rama V, la caserma fu demolita e fu edificato l’attuale edificio all’italiana. È probabile che i fratelli Grassi, tre architetti italiani reclutati quell’anno per lavorare a Bangkok, fossero coinvolti nel suo design. Il nuovo edificio fu nominato per il suo primo occupante, il Royal Department of Tax Revenue (più tardi il Ministero delle Finanze) e fu ampliato due volte tra il 1870 e il 1918. Dopo la partenza del ministero nel 1987, divenne l’Ufficio della Cerimonia Reale.

La trasformazione di questo edificio per uffici in un museo tessile è stata affidata a Mr. Grittip Sirirattumrong della DSDI International Co., Inc., specialista in conservazione storica e riuso. Affascinanti tracce delle origini ottocentesche dell’edificio sono state trovate durante i lavori di ristrutturazione, tra cui un ornamento di frontone recante l’emblema del re Rama V e un deposito di 33 palle di cannone, reliquie del passato militare del sito. Il museo finito combina eleganti e moderne gallerie e strutture di ultima generazione, mentre conserva numerosi dettagli architettonici d’epoca che onorano l’epoca e lo stile originali dell’edificio.

missione

La missione del museo è quella di raccogliere, mostrare, preservare e servire da centro per tutti coloro che desiderano conoscere il tessile, il passato e il presente, dal Sud-est asiatico, dall’Asia meridionale e dall’Asia orientale, con particolare attenzione ai tessuti di, e in relazione a, la corte reale e Sua Maestà la Regina Sirikit. Inoltre, il suo obiettivo è di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’identità e la cultura thailandese e sulla bellezza dei tessuti tradizionali tailandesi, attraverso la ricerca, la mostra e l’interpretazione. Gli obiettivi del museo, stabiliti da Sua Maestà, sono stati raggiunti dallo staff del museo, guidati da Sua Altezza Reale la Principessa Maha Chakri Sirindhorn.

Tags: