Museo Nazionale della Mongolia, Ulan Bator, Mongolia

Il Museo Nazionale della Mongolia è uno dei musei nazionali della Mongolia situato a Ulan Bator. Il Museo Nazionale della Mongolia è un’organizzazione culturale, scientifica ed educativa, che è responsabile della raccolta, conservazione e interpretazione degli oggetti sotto la sua cura.

Il primo museo in Mongolia, che fu chiamato Museo Nazionale Mongolo (ora Museo di Storia Naturale della Mongolia), fu fondato nel 1924 e divenne la base per altri musei, incluso il Museo Nazionale della Storia della Mongolia. Studiosi russi, come Pyotr Kozlov, V. I. Lisovskii, A. D. Simukov, e il ricercatore americano Roy Chapman Andrews hanno contribuito alle prime collezioni e mostre del museo.

Il moderno Museo Nazionale di Storia della Mongolia è stato fondato dopo la fusione dei dipartimenti storico, archeologico ed etnografico del Museo statale centrale e del Museo della Rivoluzione nel 1991. Ora è situato in una struttura costruita per il Museo della Rivoluzione, che è stato fondato nel 1971. Il Museo Nazionale della Mongolia è attualmente riconosciuto come uno dei principali musei della Mongolia. La significativa responsabilità di preservare il patrimonio culturale mongolo si trova quindi nel museo. È anche responsabile dello sviluppo di linee guida museologiche per i musei della nazione.

Le mostre coprono la preistoria, la storia dell’Impero pre-mongolo, l’impero mongolo, la Mongolia durante il regno di Qing, l’etnografia e la vita tradizionale e la storia del ventesimo secolo. La collezione etnografica mostra in modo significativo l’abbigliamento tradizionale di vari gruppi etnici mongoli e di bottiglie da fiuto. La maggior parte delle mostre ha etichette sia in mongolo che in inglese. Il museo pubblica ogni anno una o più pubblicazioni del suo giornale interno, con articoli in lingua mongola e straniera, tra cui russo e inglese.

Il primo museo della Mongolia fu aperto al pubblico nel 1924. Le collezioni iniziate in quel periodo erano per un museo nazionale, la cui costruzione non esiste più. Nel periodo socialista, tutte le raccolte di storia storica, etnografica, naturale e paleontologica erano ospitate nell’edificio del Museo statale centrale, costruito nel 1956. Tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, la Mongolia iniziò a trasformarsi in politiche democratiche e economia di mercato aperto e come risultato di questi cambiamenti, la gestione dei musei è stata ristrutturata e alcuni dei precedenti musei sono stati riaperti. Nel 1991, il Museo nazionale della storia mongola è stato fondato unendo le collezioni di due musei: il Museo statale centrale e il Museo della rivoluzione. Nel 2008, il National Museum of Mongolian History è stato elevato allo status di museo nazionale, da cui deriva il nostro attuale nome. L’attuale edificio del Museo Nazionale della Mongolia fu costruito nel 1971, quando fu costruito come Museo della Rivoluzione.

Una significativa responsabilità per preservare il patrimonio culturale mongolo risiede nel NMM. Sono esposti oggetti storici, etnografici e culturali che vanno dal passato antico della Mongolia, risalente a circa 800 000 anni fa, alla fine del XX secolo, consentendo alle opportunità culturali e educative del pubblico di sperimentare in prima persona come vivevano i mongoli in tempi storici . Il deposito del museo contiene inoltre oltre 50 000 oggetti storici ed etnografici.

La collezione storica è suddivisa in 3 aree: archeologico; storia medievale della Mongolia; e oggetti storici moderni e fotografie, registrazioni e documenti. La collezione etnografica è suddivisa in gioielli e accessori; costumi; strumenti musicali; utensili da cucina; Ger mongola e arredi; attrezzatura zootecnica; e articoli religiosi relativi allo sciamanesimo e al buddismo.

Nel suo ruolo di istituto di ricerca, NMM si rivolge alla comunità accademica e accoglie con favore i loro contributi di ricerca alla nostra attuale conoscenza della cultura mongola. NMM ha implementato diversi progetti relativi a progetti di ricerca scientifica in collaborazione con musei, università e istituzioni nazionali ed esteri. NMM collabora con il Museo Nazionale della Corea, il Museo Nazionale di Storia Naturale dello Smithsonian Institute, il Museo di Archeologia e Antropologia dell’Università della Pennsylvania e l’Università del Tennessee Orientale. NMM è membro del Consiglio internazionale dei musei e dell’Associazione dei musei nazionali asiatici.

NMM ha 80 dipendenti ed è sostenuto attraverso le tasse di ammissione e il finanziamento del governo dal Ministero dell’Istruzione, della Cultura e della Scienza. Anche il Museo di Storia di Stato, ospitato di fronte al Parlamento, è sotto la giurisdizione del NMM. Inoltre, come il principale museo della Mongolia, NMM è responsabile della fornitura di formazione metodologica e guida teorica a tutti gli altri musei di proprietà del governo.

Tags: