Ichijoji e area di Shugakuin, itinerario turistico di Kyoto, Giappone

Senti il ​​fascino della zona di Ichijoji, la città in cui rimane la leggenda del duello di Miyamoto Musashi, la natura, la storia e i giardini del tempio. Tempio Ichijoji a Rakuhoku. Sul lato ovest, scorre il fiume Takano, che si unisce al fiume Kamo a valle e diventa il fiume Kamo, e sul lato est continua la bellissima catena montuosa attraversata dal corso Higashiyama del Kyoto Round Trail. In questo modo, è anche attraente che tu possa sentire la bellissima natura vicino a te. Il toponimo Ichijoji deriva dal nome del tempio della setta Tendai che si trovava nelle vicinanze dal medio periodo Heian al Medioevo. C’è una leggenda secondo cui Miyamoto Musashi, un delinquente del primo periodo Edo, combatté un duello sotto i pini in questo tempio, e gli otto principali santuari vicini preservano i vecchi pini di quel tempo. Ci sono anche templi con splendidi giardini nelle vicinanze. A Ichijoji, puoi incontrare la natura, la storia e la bellissima bellezza del giardino.

Goditi un momento appagante mentre visiti l’area di Shugakuin, la villa imperiale di Shugakuin costruita dall’imperatore Gomizuo, guarita dalla vegetazione del Monte. Hiei, giocando nel parco e visitando templi e santuari. La vegetazione che circonda la vasta villa di montagna Shugakuin Imperial Villa, costruita dall’imperatore Gomizuo dal 1656 al 1659 (da Meireki 2 a Manji 2), e la magnificenza del Monte. Hiei si diffonde a est. Aspetto. Fai una passeggiata mentre sei guarito da uno scenario simile, o gioca al Takara-gaike Park dall’altra parte del fiume Takano. Ci sono anche antichi santuari e templi come Sekizan Zenin, dove è custodito Fukurokuju, uno dei sette dei fortunati della capitale, e il Santuario Saginomori, che è uno dei luoghi famosi per le foglie autunnali insieme a Sekizan Zenin. Il giorno di Gozan no Okuribi il 16 agosto, Matsugasakiyama, dove “Myoho”

Stazione Ichijoji
La stazione di Ichijoji è una stazione sulla linea principale Eizan della ferrovia elettrica Eizan a Ichijoji Satonishi-cho, Sakyo-ku, città di Kyoto, prefettura di Kyoto. Il numero della stazione è E04. Il nome della stazione deriva dal nome del luogo della posizione della stazione. Ichijoji, l’origine del nome del luogo, era un tempio che una volta esisteva qui dal medio al Medioevo del periodo Heian, ma la sua posizione dettagliata è sconosciuta. Ha una piattaforma bilaterale a due linee.

Normalmente, la stazione non ha personale della stazione, ma poiché il personale viene assegnato solo la mattina dei giorni feriali e il sabato e la domenica quando ci sono molti clienti, una recinzione a forma di cancello del biglietto è installata all’ingresso e all’uscita del binario diretto a Demachiyanagi. L’ingresso è sul lato della stazione Demachiyanagi della piattaforma e si affaccia sull’incrocio ferroviario di “Manshuin Road”. I binari per la stazione Yase-Hieizanguchi e la stazione Kurama coprono quasi tutti i binari, e i binari per la stazione Demachiyanagi sono coperti da un capannone lungo circa un’auto, che copre l’ingresso e l’uscita delle auto monoposto.

La stazione si affaccia su Manshuin Road e si trova nel quartiere dello shopping. I negozi erano in fila dal momento dell’apertura, ma il mercato del dopoguerra è stato aperto e una linea di autobus è stata collegata anche a Manshuin Dori. Negli anni ’60, il lato ovest della stazione si sviluppò come un quartiere commerciale e di intrattenimento con cinema e saloni di pachinko, che all’epoca erano rari fuori dal centro città. Sebbene sia diminuito dal 1980 circa e le sale cinematografiche siano chiuse, conserva ancora il suo aspetto di quartiere dello shopping. Poiché si trova a breve distanza da università come l’Università di Kyoto e l’Università di arti e mestieri di Kyoto, i negozi per studenti universitari sono ora ben visibili, specialmente lungo Tooji-dori, che corre sul lato ovest della stazione, ci sono molti ramen di Kyoto negozi specializzati come “Ramen Street”. Si chiama “Ramen Highway” o “Ramen Ginza”. Ci sono molte attrazioni turistiche nelle vicinanze, come Shisen-do e Ichijoji-dorimatsu.

Stazione di Shugakuin
La stazione di Shugakuin è una stazione della Eizan Electric Railway Eizan Main Line situata a Yamabana Itchoda-cho, Sakyo-ku, città di Kyoto, prefettura di Kyoto. La numerazione delle stazioni è E05. Al momento dell’apertura, si trovava a circa 100 metri a nord dell’attuale e l’uscita della stazione si affacciava sulla strada dietro Plaza Shugakuin, che ora è di fronte alla stazione, e questa era la strada di fronte alla stazione. La struttura della stazione, il cablaggio, ecc. Erano quasi gli stessi di adesso. Gli uffici commerciali e di trasporto della stazione si trovano sul lato ovest della stazione, vicino all’attuale Kitayama-dori, e c’erano uffici e magazzini tra Rikyumichi e Rikyumichi (posizione attuale della Keifuku Mansion) dall’altra parte della strada davanti alla stazione .

Si trova di fronte a Kitayama-dori e si trova all’estremità settentrionale di Higashioji-dori. Il garage Shugakuin è adiacente al retro del Rose Mansion sul lato sud-est. Inoltre, Shirakawa-dori si trova sul lato est della stazione e Kawabata-dori si trova sul lato ovest. L’ex Ohara Highway, situata all’angolo nord-orientale del bacino di Kyoto, tra Higashioji-dori e Kawabata-dori sul lato ovest, è un vecchio quartiere dello shopping.

Nelle immediate vicinanze di questa stazione si trova un’area commerciale dove si trova Plaza Shugakuin sul lato est della stazione, il negozio Fresco Shugakuin adiacente al lato ovest della stazione (c’è anche un ingresso sul lato della banchina) e diversi supermercati situato, ma un po ‘lontano dalla stazione. È una zona residenziale tranne che lungo Kitayama-dori e Shirakawa-dori. L’area residenziale sul lato est è la più grande raggiungibile a piedi lungo la Eizan Electric Railway e ci sono molte attrazioni turistiche nelle vicinanze. Pertanto, il numero del personale di trasporto sarà dimezzato in questa stazione. La stazione Matsugasaki sulla linea Karasuma della metropolitana municipale di Kyoto si trova a circa 800 metri a ovest.

Attrazioni turistiche

Centro Conferenze Internazionale di Kyoto
Il Kyoto International Conference Centre è stato inaugurato nel 1966 a Takaragaike, una pittoresca città di Kyoto, come unico centro congressi internazionale nazionale del Giappone. Da allora si sono tenuti il ​​Kyoto International Conference Center (COP-3) e il 3 ° World Water Forum. Si tengono molte conferenze internazionali e nazionali come il Forum dell’acqua. Inoltre, digitalizzando completamente le strutture audio, video e di traduzione simultanea, possiamo essere orgogliosi del mondo, che ha un meraviglioso ambiente naturale e strutture abbondanti, con un sistema di gestione delle conferenze in rete che collega ogni luogo con la fibra ottica costruita. È una sala conferenze internazionale. 20 minuti di metropolitana dalla stazione JR di Kyoto alla nostra hall. Inoltre, è conveniente per il trasporto,

Takaragaike
Un nome di luogo incentrato su Takaragaike, uno stagno a Matsugasaki, Sakyo-ku. Lo stagno è stato creato nel 1763 (Horeki 13) come acqua di irrigazione. La circonferenza è di 1,8 km. 1931 (Showa 6) Trasferito nella città di Kyoto. Intorno al 1949 (Showa 24) dopo la guerra, 430.000 metri quadrati furono sviluppati come Takaragaike Park.

Centro sportivo della città di Kyoto per disabili
Come base per promuovere lo sport per le persone con disabilità, abbiamo una piscina, una palestra, una sala da ping pong e una sala allenamento attrezzata con varie attrezzature per esercizi. Abbiamo anche sale riunioni e sale in stile giapponese per attività culturali come seminari e attività di club, e teniamo anche vari corsi sportivi, corsi culturali e gare.

Luoghi famosi e siti storici

Giardino Jisso-in
Il giardino in stile laghetto con la montagna sul retro sullo sfondo e il giardino in pietra sul davanti sono completamente diversi. L’aspetto dell’acero del passaggio che collega i due riflessi nella stanza è denominato “pavimento acero” o “pavimento verde”.

Giardino Manshuin
Il giardino di Manshuin è un giardino elegante e culturale che ti fa sentire il ritmo delle poesie waka. Il Tateishi accanto allo spettacolare ponte di pietra di Aoishi simboleggia la cascata morta. La balaustra al bordo dello Shoin, che ha l’immagine di un bordo di barca, è unica e ha il sapore di una nave che si estende da questa riva fino alla settimana equinoziale. Tsurushima e Kamejima di muschio di pino e cedro sono sistemati. Il pino a cinque foglie di Tsurushima ha 400 anni. C’è una lanterna cristiana alla base del pino.

Villa imperiale di Shugakuin
Una vasta villa di montagna costruita dall’imperatore Gomizuo ai piedi del Monte. Hiei dopo il 2 ° anno del Meireki al 2 ° anno di Manji (1656-59). È composto da tre palazzi distaccati, superiore, medio e inferiore, su un sito di circa 545.000 metri quadrati, e tutti si trovano accanto a uno stagno circondati da un’atmosfera tranquilla come una casa da tè dal sapore strano. L’armonia tra la natura e l’edificio è squisita.

Tomomi Iwakura fantasma vecchia casa
Tomomi Iwakura (Bunsei 8-Meiji 16, 1825-1883), un politico rappresentativo dalla fine del periodo Edo all’era Meiji, era considerato una setta dei samurai e perse temporaneamente la sua posizione a causa dell’ascesa del movimento jōi e si ritirò al villaggio di Iwakura. È stata una residenza per tre anni dal primo anno dell’era Meiji (1864) al terzo anno di Keio (1867) ed è stata designata come sito storico nazionale nel 1932. Inoltre, il Taidake Bunko è stato costruito nel 1928 come mostra e struttura di stoccaggio, e ancora espone articoli relativi a Iwakura Tomomi. L’edificio è diventato un bene culturale tangibile registrato a livello nazionale nel 2007.

Giardino Konpukuji
Il giardino del tempio Konpukuji è un semplice giardino paesaggistico secco delle colline artificiali di Satsuki e della sabbia bianca. Puoi vedere il tetto di paglia del Bashoan con un’atmosfera semplice attraverso la siepe a tre livelli. Le prugne rosse ei fiori di andromeda giapponese sono bellissimi a marzo, e la sasanqua e le foglie autunnali sono particolarmente belle a novembre. È possibile ottenere una vista panoramica di Rakuchu da Bashoan.

Nobotokean
Il cancello con il tetto Yoshi di Saionji Kinmochi e la sala da tè, un giardino tranquillo e la sala da tè di Ueda Akinari quando sali i gradini di pietra. Prendi una tazza di matcha nelle quattro stagioni nell’edificio principale, che è stato trasferito dalla vecchia residenza di Yodo Chaya.

Shisen-do
Shisen-do è un rifugio di montagna di Jozan Ishikawa, un letterato del primo periodo Edo, situato a Sakyo Ward, nella città di Kyoto. È designato come sito storico nazionale. Attualmente è anche un tempio della setta Soto e si chiama Jozan-ji. Fu costruito a Kanei 18 (1641) all’età di 59 anni, e Jozan visse una vita di poesia qui fino alla sua morte in Kanbun 12 (1672) all’età di 90 anni. Se attraversi il cancello chiamato “Koari-dong” e segui la strada nella foresta di bambù, troverai il cancello chiamato “Ouumeseki” sui gradini di pietra e l’ingresso a Shisendo. Sopra l’ingresso c’è un “Hougetsuro” a tre piani, sul lato destro (lato ovest) c’è una stanza del Buddha piastrellata e sei tatami, otto tatami, e sul lato sinistro c’è una stanza con quattro tatami e mezzo “Shisen no Ma “Ci sono molte stanze come”

Il giardino progettato dallo stesso Jozan, che è anche un maestro del giardinaggio, può essere goduto in ogni stagione, ed è famoso soprattutto per il Satsuki in primavera (fine maggio) e le foglie autunnali in autunno (fine novembre), che è affollato di turisti. Uno dei punti salienti sono i fiori bianchi di sasanqua con ampi rami davanti al bordo. Si dice che il suono che occasionalmente riverbera a causa di un meccanismo chiamato Shishi-odoshi, che è generalmente noto come Shishi-odoshi, sia un accento pratico per prevenire l’invasione di cervi e cinghiali, e accentua anche il tranquillo giardino e Jozan piacque anche.

Musei

Museo delle arti e dei mestieri dell’Istituto di tecnologia di Kyoto
La collezione del Museo delle arti e dei mestieri, che si trova quasi al centro del campus del Kyoto Institute of Technology, è incentrata sulle collezioni sin dalla fondazione del Kyoto Institute of Technology, uno dei suoi predecessori. La Kyoto High School of Crafts è stata fondata nel 1902 e si è deciso che la prima formazione di design su vasta scala in Giappone sarebbe iniziata in previsione delle nuove tendenze del design in Europa. La collezione viene raccolta come materiale didattico per l’educazione al design e copre una vasta gamma di oggetti come dipinti, sculture, lavori in metallo, lavori in lacca, ceramiche, prodotti per la tintura e tessitura e prodotti archeologici.

In particolare, il “Samurai Yamakarizu” di Asai Chu è stato creato come un disegno originale (metà di quello attuale) della decorazione murale tessuta del Palazzo Imperiale Tomiya (attualmente la foresteria), e una serie di studi che sono anche conservati insieme a questo . È una risorsa preziosa che ti permette di vedere il processo di produzione. Attira l’attenzione anche la collezione di manifesti in stile Liberty dalla fine del XIX secolo alla prima metà del XX secolo. Questi sono aperti al pubblico attraverso mostre speciali circa cinque volte l’anno.

Museo dell’Arte e del Design dell’Università di Kyoto
Il Kyoto University of Art and Design Art Museum è un museo che espone permanentemente le opere dell’università. Gli oggetti principali sono circa 200 collezioni di ceramiche Jomon, accessori, statuette di argilla, ecc. Donate dal poeta Sakon So, circa 170 oggetti di artigianato lungo la Via della Seta donati dall’archeologo Namio Egami e il Kyoto College of Art. Ci sono circa 360 opere di Naokichi Oe, ex presidente dell’università, e Kunishu Toyohara, un artista ukiyo-e. Ogni primavera e autunno, abbiamo in programma di tenere una mostra speciale basata su 550 bambole di argilla provenienti da tutto il Giappone, comprese le bambole Fushimi, e una mostra di raccolta tre volte all’anno. Inoltre, il museo ha la licenza come struttura equivalente a un museo ed è anche utilizzato per la formazione museale nel pendolarismo e nell’istruzione per corrispondenza all’università.

Museo di arte popolare di Kyoto
Inaugurato nel 1981. La sala è divisa in 3 piani ed espone vari mestieri come la ceramica, la tintura e la tessitura, i dipinti e la lavorazione del legno provenienti da tutta l’Asia, principalmente in Giappone. Inoltre, l’edificio del magazzino stesso è prezioso come cultura architettonica.

Eventi / festival

Tanukidani Fudoin Autumn Festival-Adorazione connessa-
Festival della camminata sul fuoco di Tanukidaniyama
Taishan Prefectural Festival, offerta di Tango Daigoma
Festival regolare, festival Shinko
Takeyama Osamu Treasure Exhibition
Festival annuale del Santuario di Saginomori
Danza del titolo di Matsugasaki
Un servizio commemorativo per il numero di grani
Offerta Daigoma di 8.000 pezzi per Capodanno
Luffa sigillata per l’asma
Primo immobile
Festa del fuoco al Santuario di Ishiza

Tags: