Elbphilharmonie, Amburgo, Germania

L’Elbe Philharmonic Hall (in tedesco: Elbphilharmonie) è una sala da concerto nel quartiere HafenCity di Amburgo, in Germania, sulla Grasbrook (de) penisola del fiume Elba. È una delle sale da concerto più grandi e acusticamente più avanzate al mondo. È popolarmente soprannominato Elphi. L’Elbphilharmonie è stata ufficialmente inaugurata con concerti della NDR Elbphilharmonie Orchestra e uno spettacolo di luci l’11 gennaio 2017.

Nel flusso dell’Elba e circondato da tre lati dall’acqua, la nuova sala da concerto diventerà il centro di attrazione per tutti coloro che vivono ad Amburgo e per i visitatori provenienti da tutto il mondo. Lo spettacolare edificio ospita tre sale da concerto, una vasta area di educazione musicale, una serie di luoghi per mangiare e bere, un hotel e la Plaza pubblica, che offre ai visitatori una vista panoramica senza pari su tutta la città. Qualità artistica, varietà e accessibilità danno forma al programma musicale del nuovo punto di riferimento culturale di Amburgo.

La nuova costruzione vetrosa ricorda una vela issata, un’onda d’acqua o un cristallo di quarzo; si trova in cima a un vecchio capannone (Kaispeicher A, costruito nel 1963) vicino allo storico Speicherstadt ed è stato progettato dallo studio di architettura Herzog & de Meuron. È l’edificio abitato più alto di Amburgo, con un’altezza finale di 108 metri (354 piedi).

L’Elbphilharmonie è un’opera d’arte totale: combina un’architettura innovativa con una location eccezionale, un’acustica eccezionale e un programma di concerti visionario.

L’Elbphilharmonie, con la sua imponente facciata in vetro e il tetto ondulato, sorge dall’edificio Kaispeicher sulla punta occidentale di HafenCity. Ospitato all’interno sono due sale da concerto, un hotel e appartamenti residenziali. Tra il vecchio magazzino e la struttura di vetro si trova la Plaza, un’area panoramica che si estende intorno all’intero edificio.

Costruzione
L’edificio è progettato come un complesso culturale e residenziale. La facciata originale in mattoni del 1966 del Kaispeicher A, precedentemente un magazzino, è stata conservata alla base dell’edificio. Oltre a ciò, una sovrastruttura che si adatta alle impronte si appoggia sulle sue fondamenta esibendo un esterno vetroso e una linea ondulata sul tetto. Circa mille finestre di vetro sono curve. L’edificio ha 26 piani con i primi otto piani all’interno della facciata in mattoni. Raggiunge il punto più alto con 108 metri sul lato occidentale. L’impronta dell’edificio misura 120.000 m2. Una scala mobile curva dall’ingresso principale sul lato est collega il piano terra con un ponte di osservazione, il Plaza, all’ottavo piano, la parte superiore della sezione in mattoni. The Plaza è accessibile al pubblico. Offre una vista di Amburgo e dell’Elba. Dalla Plaza è possibile raggiungere il foyer della sala concerti.

Il progetto dell’ufficio dell’architetto Herzog & de Meuron prevedeva la struttura ancora esistente del mattone Kaispeicher A del 1966, davanti a una struttura rivestita di vetro con una forma del tetto straordinariamente curva, chiamata anche “asta di vetro”. L’obiettivo era un elemento caratteristico dell’edificio a formare una silhouette inconfondibile ad Amburgo. Contrariamente ai primi piani, l’ex edificio di stoccaggio è stato completamente sventrato. Sono state conservate solo la facciata elencata e parti delle fondazioni. La soletta per la distribuzione del carico dell’edificio è basata su 1732 pali, che sono stati speronati in profondità nel pavimento dell’Elba. La struttura pesante indipendente di 12.500 t della Great Concert Hall è completamente disaccoppiata dall’edificio generale con un totale di 342 pacchi molla in acciaio sul fondo e 34 nella zona del tetto. Alla struttura su misura è stata data una facciata in vetro composta da un totale di 1100 singoli elementi in vetro, ciascuno costituito da quattro lastre di vetro. Tutti i pannelli hanno ricevuto una protezione integrata dalla luce e dal calore mediante pellicole serigrafate. 595 elementi in vetro sono curvati individualmente. Una di queste vetrate costa circa 72.000 euro. Secondo gli architetti, gli elementi curvi della facciata danno l’impressione di un enorme cristallo che riflette il cielo, l’acqua e la città ancora e ancora.

L’edificio ha 26 piani, con la facciata del Kaispeicher A che lo racchiude dal piano terra alla piazza all’ottavo piano, un ex deposito di cacao, tè e tabacco in un’area esposta del vecchio porto di Amburgo a sud della Speicherstadt. Ha un’altezza di circa 110 metri nel punto più alto del Kaispitze, il punto più basso della facciata orientale è di circa 30 metri più in basso. Così, l’edificio ha sostituito l’edificio rettangolare Radisson Hotel di pochi metri come l’edificio abitato più alto di Amburgo. A causa della forma a cuneo della memoria, il corpo spaziale dell’Elbphilharmonie si trova a 85 metri a est ea 22 metri a ovest.

L’ingresso principale della casa tramite una scala mobile lunga circa 80 metri, leggermente curva e una scala mobile più corta e diritta, che insieme al piano terra con il Plaza, un livello di accesso regolamentato gratuito e limitato dai biglietti al livello dell’ex Kaispeicher Tasso Il passeggero inizialmente vede solo che si sta avvicinando a una luce sopra la sezione più grande del viaggio di 2,5 minuti. I passaggi della scala mobile di 21 metri non vengono spostati come al solito da un drive dall’alto, ma da quattro drive decentrati, che sono sincronizzati elettronicamente. L’inclinazione dei gradini scende dall’inizio di 23 gradi a circa 11 gradi all’estremità della scala. I gradini, che inizialmente hanno la solita altezza per le scale mobili, sono alti solo pochi centimetri nella parte superiore. Il tubo chiamato un tubo conduce direttamente a una grande vetrata sul lato stretto dell’edificio verso il porto. Oltre al tubo, un totale di 29 ascensori e undici trombe delle scale aprono l’intero edificio.

I fardelli della Great Concert Hall sono distribuiti in modo non uniforme. Ciò richiedeva otto grandi colonne interne disposte in modo irregolare e la loro inclinazione. Inoltre, la mancanza di colonne esterne nella piazza ha reso necessarie colonne oblique nei due piani sopra di loro.

L’Elbphilharmonie ha tre sale da concerto. La Great Concert Hall può ospitare 2.100 visitatori in cui gli artisti si trovano al centro della sala, circondati dal pubblico nella disposizione in stile vigna. L’acustica è stata progettata da Yasuhisa Toyota che ha installato circa 10.000 placche a secco a forma di microscafo per dissipare le onde sonore. La Great Concert Hall contiene un organo a canne con 69 registri costruiti da Klais Orgelbau. La Recital Hall è destinata all’esecuzione di recital, musica da camera e concerti jazz; può contenere un pubblico di 550 persone. Inoltre, c’è il Kaistudio che consente 170 visitatori e ha lo scopo di servire attività educative. Il consulente per la scenografia della sala da concerto era Ducks Scéno.

La parte più orientale dell’edificio è stata affittata da Westin come Westin Hamburg Hotel, inaugurato il 4 novembre 2016. L’hotel offre 244 camere tra il 9 ° e il 20 ° piano. La lobby dell’8 ° piano è accessibile da Plaza. I piani superiori ad ovest della sala da concerto ospitano 45 appartamenti di lusso. Il complesso ospita anche sale conferenze, ristoranti, bar e un centro benessere. Un garage per 433 auto è anche parte del complesso di edifici.

Sale per concerti:
Gli utenti delle sale da concerto sono HamburgMusik gGmbH. Anche prima della cerimonia di inaugurazione organizzata questa società cosiddetti “concerti Elbphilharmonie” sia nella Laeiszhalle e in altri luoghi di Amburgo. Direttore generale della Elbphilharmonie e della Laeiszhalle dal 2007 Christoph Lieben-Seutter. La NDR Elbphilharmonie Orchester è l’orchestra di residenza della casa, l’Ensemble Resonanz Residenzensemble. Il centro di un’offerta musicale completa è Elbphilharmonie Instrumentenwelt nell’ex area Kaispeicher della casa.

C’è la grande sala da concerto con 2100 posti, una piccola sala con 550 posti e una terza sala, la Kaistudio 1, con 170 posti. Il foyer intorno alla grande sala è progettato con parquet di quercia.

La Great Hall segue il principio di una “architettura dei vigneti”, che risale all’architetto Hans Scharoun e al suo progetto della Berlin Philharmonic Hall (1957). In questo progetto, il palcoscenico è leggermente spostato al centro della sala, mentre i ranghi in ascesa simili a vigne si raggruppano attorno ad esso. Nell’Elbphilharmonie non c’è posto a più di 30 metri dal podio del direttore d’orchestra. La sala è alta 25 metri.

L’acustica di fama internazionale Yasuhisa Toyota è stata assunta per ottenere il miglior effetto sonoro possibile per questa stanza. Toyota ha già creato i concetti di oltre cinquanta altre sale da concerto e sale da concerto in tutto il mondo. Per testare l’acustica della Great Hall, la Toyota aveva un modello da cinque a cinque metri in scala 1:10. Sulla base delle sue misurazioni, la Great Hall è stata coperta con un totale di 10.000 pannelli in fibra di gesso fresati a CNC che coprono un’area di 6.500 metri quadrati. Ciascuna di queste lastre è unica, con uno spessore compreso tra 35 e 200 millimetri e ha un peso base compreso tra 30 e 125 kg / m². La superficie tridimensionale dei pannelli consiste in un modello non ripetuto di pozzi, solchi e coni piramidali, anche detti microshaping, che sono stati creati sul computer utilizzando algoritmi matematici. Su tutta la superficie della parete della sala circa un milione di celle a pugno, cospargere il suono. Il rivestimento acustico della parete interna è anche chiamato “pelle bianca”, l’architetto Jacques Herzog preferisce questo termine, tuttavia, associazioni come crostacei o conchiglie. Originariamente per l’isolamento già inserito, i fili tra le piastre con una lunghezza totale di quattro chilometri dovevano essere nuovamente rimossi, sostituiti dal silicone.

La Sala Piccola ha pannelli murali in legno di quercia fresato e ad arco della Valle della Loira. Serve principalmente per l’esecuzione di musica da camera ed è aperto anche ad altri usi come concerti jazz o banchetti.
concerto d’organo

L’organo nella Sala Grande è stato costruito dal costruttore di organi Johannes Klais Orgelbau (Bonn). Lo sviluppo e la produzione hanno richiesto un totale di otto anni e sono proseguiti durante il congelamento della costruzione. Poiché lo strumento qui – a differenza di altre sale da concerto – collocato al centro dell’auditorium, i tubi frontali dovevano essere protetti con uno speciale rivestimento. Lo strumento ha 69 registri 4765 tubi, distribuiti su cinque manuali e pedale. È giocabile con due tavoli da gioco a quattro manuali, uno fissato all’organo e un tavolo da gioco mobile sul palco dell’orchestra. Quattro registri sono alloggiati come un telescopio nel riflettore del soffitto della sala, tra cui punzoni per clarinetti stentor; Il telecomando può essere abbinato a qualsiasi lavoro manuale e al pedale liberamente. L’organo ha una larghezza e un’altezza di circa 15 metri ciascuno e una profondità di circa 3 metri; lei pesa circa 25 t. Il consumo massimo di vento è di circa 180 m³ al minuto. Lo Spieltraktur della Spia fissa

Sala dei Recital
In contrasto con la Grand Hall, la Recital Hall è stata progettata nel classico stile “shoebox”. Un rivestimento in legno elegantemente macinato fornisce un acustica perfetta. Sia la Grand Hall che la Recital Hall dell’Elbphilharmonie sono spazi acusticamente autonomi completamente staccati dal resto dell’edificio. Gli elementi massicci delle molle in acciaio tamponano perfettamente il guscio di cemento di ciascuna sala dal mondo esterno. Le sirene di nessuna nave penetreranno mai in questi spazi, e nemmeno il suono di un trombone forte suonerà all’esterno.

Spazio pubblico: The Plaza
Tra la base di mattoni e la struttura di vetro, a 37 metri, c’è uno spazio pubblico che funge da livello di accesso per il foyer delle sale da concerto e l’hotel. Si accede al Plaza tramite una scala mobile lunga circa 80 metri e alta 21 metri (il cosiddetto tubo) e una seconda scala mobile più corta. Parte del Plaza è un tour all’aperto intorno all’intero edificio. Da qui si ha una vista sul Norderelbe, il porto, HafenCity e il centro della città, nonché approfondimenti sui diversi livelli del foyer del concerto.

Il pavimento del Plaza è pavimentato con circa 188.000 mattoni rossi, che corrispondono all’aspetto del negozio storico secondo gli architetti. I costruttori stavano cercando una muratura da costruire, che potesse bruciare queste piastrelle – anche con piccoli difetti come il modello del Kaispeicher. Gli architetti hanno fornito le informazioni più accurate sull’installazione.

Hotel
L’hotel a quattro stelle plus “The Westin Hamburg” con 244 camere si trova nella sezione est dell’edificio dal 6 ° al 20 ° piano, gestito dalla catena alberghiera Westin Hotels & Resorts, parte del gruppo Starwood Hotels and Resorts. L’apertura è avvenuta il 4 novembre 2016. Al sesto piano si trova un’area benessere con piscina, saune e area fitness e al 7 ° piano un’area per conferenze e un ristorante per 170 ospiti. La lobby si trova all’ottavo piano con accesso dalla piazza pubblica e dall’area di ingresso al piano terra.

Gastronomia
Nella parte occidentale del Kaispeicher, la base in mattoni della Elbphilharmonie, si trova il ristorante “Störtebeker”, che è gestito su tre piani dalla Störtebeker Braumanufaktur insieme all’Est Hotel & Restaurant GmbH. Al quinto piano c’è un ristorante e un bar per un totale di 220 ospiti, al 6 ° piano c’è un negozio e un’area per la degustazione di birra. Il Plaza all’8 ° piano ospita anche una gastronomia che serve snack e bevande. Oltre alla gastronomia Störtebeker, ci sono altre offerte gastronomiche in hotel e nell’area concerti dell’Elbphilharmonie.

condomini
Oltre all’utilizzo culturale delle sale da concerto e dell’area di educazione musicale, l’edificio comprende 45 unità residenziali di lusso, che sono tra le più costose della città con prezzi di acquisto fino a 10 milioni di euro.

Parcheggio
Nell’ex Kaispeicher, accanto al Kaistudio 1 e ai locali per l’area dell’educazione musicale, si trova anche un garage con 433 posti auto, di cui 170 riservati agli ospiti dell’hotel e ai proprietari di condomini. L’operatore del parcheggio è Apcoa Parking.

Concetto di marketing urbano
La Elbphilharmonie Hamburg era già stata pubblicizzata in una fase iniziale dalla HafenCity Hamburg GmbH, che è responsabile per lo sviluppo e il marketing di HafenCity, a fianco del Museo marittimo internazionale di Amburgo, inaugurato nel 2008, e il Centro scientifico precedentemente programmato come uno dei centri culturali istituzioni di HafenCity. Oltre al suo uso come sala da concerto, il Senato dell’Elbphilharmonie si aspettava anche la creazione di un punto di riferimento per Amburgo e HafenCity, soprattutto per quanto riguarda la rappresentanza internazionale della città. Il motivo per la creazione di un punto di riferimento è stato preso presto per le campagne pubblicitarie e di immagine ufficiali. La città ha accompagnato l’apertura con una vasta campagna per rafforzare in modo significativo la percezione internazionale di Amburgo. Il controllo e il coordinamento della campagna è stato svolto presso Hamburg Marketing GmbH insieme all’Autorità per la cultura e i media di Amburgo e alla Hamburg gGmbH.

attività commerciale
Nella stagione 2010/2011 c’è stato un concerto sulla nave da crociera Queen Mary 2: The Fauré Quartet ha giocato nel loro viaggio dal 26 agosto 2010 da Amburgo a New York. Nel Laeiszhalle, quattro artisti residenti hanno eseguito diversi concerti con Mariss Jansons, Thomas Hampson, Piotr Anderszewski e la Deutsche Kammerphilharmonie di Brema, così come la Vienna Philharmonic, l’Amsterdam Concertgebouw Orchestra, la Bayerischer Rundfunk Symphony Orchestra, la New York Philharmonic Orchestra e l’Orchestra del Festival di Budapester come ospite. Con John Malkovich nel musical “The Giacomo Variations” hanno iniziato i concerti Elbphilharmonie nella stagione 2011/2012, in cui erano presenti anche il violinista di Amburgo Christian Tetzlaff, il Belcea Quartet, la Deutsche Kammerphilharmonie Bremen e Sir Simon Rattle. La quarta stagione è stata aperta a settembre 2012 da Claudio Abbado con la Lucerne Festival Orchestra nella Laeiszhalle. Nella stagione 2013/2014 ha avuto luogo il 1 ° Festival Internazionale di Musica di Amburgo, una collaborazione tra diversi promotori di concerti di Amburgo, che è stato ripetuto nel 2016 e si svolgerà ogni anno a partire dal 2018. La stagione 2015/2016 è stata l’ultima stagione in cui I concerti di Elbphilharmonie si svolgevano principalmente nella Laeiszhalle, la prima stagione con concerti nella Elbphilharmonie era la stagione 2016/2017.

Nella prima metà dell’anno dopo l’apertura della nuova sala da concerti, il programma musicale densamente confezionato comprendeva concerti di vari generi – da concerti orchestrali a direttori internazionali come Riccardo Muti e solisti come Cecilia Bartoli, a grandi del jazz come Brad Mehldau, all’Einstürzende Neubauten e festival a tema più piccoli come Salam Syria. Anche le orchestre di Amburgo hanno avuto un ruolo importante nel programma: l’NDR Elbphilharmonie Orchester, la Philharmonic Staatsorchester Hamburg e l’Ensemble Resonanz. Il 27 gennaio 2017, l’organista lettone Iveta Apkalna, organista titolare della Elbphilharmonie, ha inaugurato l’organo nella Sala Grande con un concerto da solista. Diversi concerti sono stati trasmessi durante la stagione dalla Great Hall via live stream, alla fine di agosto 2017, c’era un cinema concerto gratuito sul piazzale dell’Elbphilharmonie. Gli artisti della stagione 2017/18 comprendono Peter Eötvös, Sir Simon Rattle, Daniil Trifonov, la Bavarian Radio Symphony Orchestra diretta da Mariss Jansons, Barbara Hannigan e la rock band americana The National. Punti focali e festival sono i Liederzyklus A Winterreise di Schubert, dedicati alla musica del Caucaso, Georg Philipp Telemann e compositori cechi. Inoltre, HamburgMusik gGmbH organizza anche serie e concerti nella Laeiszhalle.

Oltre all’attività concertistica, un obiettivo del lavoro di HamburgMusik gGmbH è la fornitura di musica: dal 2010, sono stati offerti concerti per bambini e bambini in vari distretti di Amburgo, nonché workshop, incontri di artisti e teatro musicale sotto il marchio Elbphilharmonie Kompass. Tra le altre cose, la Fondazione Elbphilharmonie e la Fondazione Cyril e Jutta A. Palmer hanno contribuito con sovvenzioni. Dopo l’apertura dell’Elbphilharmonie, il servizio di educazione musicale per tutte le età è stato esteso ampiamente. Il Museo Klingende Amburgo si trasferì dalla Laeiszhalle al Kaispeicher dell’Elbphilharmonie e fu ribattezzato Elbphilharmonie Instrumentenwelt. In linea con la sua missione di essere una casa per tutti, il programma di educazione di Elbphilharmonie comprende concerti per bambini, teatro musicale, classi scolastiche e asili nido, oltre a una varietà di laboratori strumentali per tutti, cinque ensemble amatoriali e eventi di supporto a selezionati concerti.

Oltre alla HamburgMusik gGmbH e agli ensemble Residenz, la Philharmonic State Orchestra Hamburg utilizza anche la sala da concerto. Parallelamente al teatro dell’opera, organizza concerti di musica filarmonica, con cui si è trasferito anche nella primavera del 2017 dalla Laeiszhalle come sede permanente nella Great Hall of the Elbphilharmonie. Direttore principale dell’orchestra e allo stesso tempo direttore musicale di Amburgo è stato Kent Nagano dall’estate 2015. Inoltre, le sale dell’Elbphilharmonie sono anche affittate a una vasta gamma di promotori e ensemble di concerti, con HamburgMusik gGmbH che organizza circa un terzo del programma stesso.

Tags: