Moda Biedermeier delle donne 1840

Moda intorno al 1840, la donna indossa un abito con vita bassa, un corpo triangolare e una gonna lunga. Le ampie maniche si restringono. Dal 1845 in poi, fu creato il costume a due pezzi, con una gonna e una giacca. Le sottovesti sono sostituite da una sottogonna rinforzata con crine di cavallo: la crinolina. Nel 1856 appare la gabbia della comminolina in metallo flessibile. La gonna si allarga e viene decorata con strisce e balze. La crinolina richiede metri di polvere. A causa del forte contrasto, la vita estremamente ristretta è anche molto meglio. (A volte le donne si addormentano a causa di questa estrema costrizione.) Le maniche assumono una forma a pagoda. A causa del grande scialle, la silhouette assomiglia a un triangolo invertito. Le acconciature sono semplici, con separazione media, riccioli a tubo o trecciati fino al 1850 sul lato del viso e una crocchia piatta contro la parte posteriore della testa. I cappelli della tenda da sole stanno diventando sempre più piccoli, con un bordo intorno alla testa e sotto il mento.

Sotto l’influenza della moda inglese, la silhouette femminile è semplificata: l’abito da giorno, elimina gli accessori troppo luminosi per mantenere solo l’essenziale, dando all’intero aspetto austero. Il busto stretto e stretto, un abito semplice e scuro, rannicchiato in uno scialle e un mantello, che nasconde la sua carnagione pallida sotto un ampio mantello, la donna alla moda svanisce nella società sotto l’influenza del cant. È indifferentemente indossato fasce piatte o “inglese”, cavatappi che cade sulle spalle. Nell’abito da sera, uno indossa la grande scollatura, volant e nastri di pizzo con la gonna gonfia di crine di cavallo, fiori e gioielli in profusione.

Il cappello ha la forma svasata verso il basso per far cadere i passanti lunghi “inglesi”, quindi il cappuccio diventa sempre più stretto sulle guance. Le bande piatte sono quindi alla moda; a casa, le donne indossano cappelli di lingerie decorati con pizzi e nastri. Gli abiti sono guarniti sul lato, indossati sovrapposti e spesso aperti sul davanti semi-coda arrotondati a volte un po ‘trascinanti sugli abiti da sera. Gli abiti voluminosi, ispirati alla moda spagnola, venivano indossati nel 1860 per strada o allo spettacolo come mantiglie e grandi scialli. Gli stivali stringati iniziano ad apparire. Il corpetto cade sulle spalle grazie a un giromanica molto basso. Il busto appiattisce il petto, allunga e assottiglia la vita. Di sera, le donne espongono generosamente il petto e le spalle. Dalla silhouette generale emerge un’impressione di fragilità e mistero che drammatizza l’uso di colori scuri.

Moda Biedermeier
La sottoveste era inizialmente realizzata in tessuto rinforzato con crine di cavallo e sostituiva il solito costume con diverse sottane di stoffa. La gonna era quindi una forma a cupola, che ha determinato la moda fino al 1860. La silhouette risale infatti alla metà delle gonne a cerchio comuni del XVI secolo, che erano emerse nuovamente nella prima metà del XVIII secolo. Come un cappello, le chiatte e il cofano erano ancora aggiornati; in estate potrebbe anche essere un cappello di paglia a tesa larga (vedi cappello fiorentino). Le pettinature sono state paragonate al Biedermeier molto più semplice a un nodo cravatta (Chignon) con riccioli a cavatappi laterali.

Gli ornamenti degli abiti erano ancora limitati nel 1840, forse alcuni ricami, pieghe e pieghe in vita.Nel corso del tempo, tuttavia, la superficie sotto forma di pizzo e balze è aumentata nuovamente. Le spalle erano strette e le mezze maniche erano chiuse con polsini di pizzo.

Stile degli anni 1840
Negli anni ’40 del XIX secolo le maniche collassate, le scollature basse, i corti allungati a V e le gonne più carnose caratterizzavano gli stili di abbigliamento delle donne.

All’inizio del decennio, i fianchi dei corpicini si fermarono al punto vita naturale e si incontrarono in un punto nella parte anteriore. In conformità con il corsetto pesantemente disossato e le linee di cucitura sul corpetto, anche la popolare vita bassa e stretta è stata accentuata.

Maniche di busti erano stretti in alto, a causa del Mancheron, ma si espandevano nell’area tra il gomito e prima del polso. Inoltre è stato inizialmente posizionato sotto la spalla, tuttavia; questo ha limitato i movimenti del braccio.

Di conseguenza, la metà del decennio vide le maniche flare fuori dal gomito in una forma ad imbuto;richiedendo le maniche per essere indossate per coprire le braccia inferiori.

Le gonne si allungarono, mentre le larghezze aumentarono a causa dell’introduzione della crinolina di crine di cavallo nel 1847; diventare uno status symbol of wealth.

Strati extra di balze e sottovesti, sottolineano ulteriormente la pienezza di queste ampie gonne. In conformità con la vita stretta però, le gonne sono state quindi attaccate ai corpetti utilizzando pieghe di organo molto strette fissate ad ogni piega. Questo è servito come elemento decorativo per una gonna relativamente semplice. Lo stile degli anni ’40 era percepito come conservatore e “gotico” rispetto allo sfarzo degli anni ’30.

ABITI DA SERA Wihite satin robe.jpg TheWorldOfFashionJanuary1838.jpg TheWorldOfFashionMay1838.jpg 1837FebruarLaMode.jpg
Wiene Moden 1841 Damen.jpg

abiti
Le spalle erano strette e inclinate, i fianchi diventavano bassi e appuntiti, e il dettaglio delle maniche migrava dal gomito ai polsi. Dove i pannelli di tessuto pieghettati avevano avvolto il busto e le spalle nel decennio precedente, ora formavano un triangolo dalla spalla alla vita degli abiti da giorno.

Le gonne si sono evolute da una forma conica a una forma a campana, aiutata da un nuovo metodo per attaccare le gonne al corpetto usando le pieghe di organi o di cartucce che fanno sì che la gonna emerga dalla vita. Le minigonne sono state realizzate principalmente attraverso strati di sottovesti. Il peso crescente e l’inconveniente degli strati di sottogonne inamidate avrebbero portato allo sviluppo della crinolina della seconda metà del 1850.

Le maniche erano più strette e la pienezza cadeva da appena sotto la spalla all’inizio del decennio fino al braccio inferiore, conducendo verso le maniche a pagoda svasate degli anni 1850 e 1860.

Gli abiti da sera erano portati via dalla spalla e presentavano ampie balze che arrivavano fino al gomito, spesso in pizzo. Erano indossati con scialli trasparenti e guanti da lavoro.

Un altro accessorio era una piccola borsa. A casa, le borse erano spesso di raso bianco e ricamate o dipinte. Le borse per esterni erano spesso verdi o bianche e nappate. C’erano anche borse di lino all’uncinetto.

Le scarpe erano fatte con gli stessi materiali delle borsette. C’erano ciabatte di lino all’uncinetto e ciabattine di raso color brocade colorate che si stringevano intorno alla caviglia con un nastro di seta.

1842
1842
1843
1847
1849

Acconciature e copricapo
Le ampie pettinature del decennio precedente lasciarono il posto alle mode che tenevano i capelli più vicini alla testa, e il crocino alto o il nodo sulla corona scendevano alla nuca. I capelli erano ancora generalmente divisi al centro. I lunghi riccioli lunghi che pendevano verso la parte anteriore (a volte chiamati “riccioli di spaniel”) erano indossati, spesso senza molto rapporto con il modo in cui il resto dei capelli era in stile. In alternativa, i peli laterali possono essere levigati sulle orecchie o arrotolati e intrecciati, con le estremità infilate nella crocchia sul retro.

Berretti di lino con fronzoli, pizzi e nastri erano indossati da donne sposate in casa, soprattutto per il daywear. Questi potrebbero anche essere indossati in giardino con un parasole.

I cofani per abbigliamento da strada erano più piccoli rispetto al decennio precedente e erano meno decorati. Le decorazioni che adornavano i cappelli includevano fiori sul bordo interno o un velo che poteva essere drappeggiato sul viso. Le donne sposate portavano i berretti sotto i berretti. La corona e l’orlo del cofano hanno creato una linea orizzontale e quando sono legati sotto il mento, l’orlo ha creato una bella cornice attorno al viso. Questo stile è stato anche spesso chiamato il cofano “carbone-scuttle” a causa della sua somiglianza con le palette metalliche utilizzate per spalare il carbone in forni.

Per la sera, capelli, piume, perle, pizzi o nastri sono stati indossati nei capelli. C’era anche un piccolo cappello senza tesa, indossato con il nastro sciolto sulla nuca.

Biancheria intima
Gli indumenti intimi femminili erano sostanzialmente invariati rispetto al periodo precedente; un chemise lungo fino al ginocchio era indossato sotto un corsetto disossato e masse di sottogonne inamidate. Il corsetto poteva essere stretto strettamente per stringere la vita, ma questa non era la necessità della moda che divenne più tardi nel secolo.

Cappotti
Con la linea della spalla stretta e inclinata del 1840, lo scialle tornò alla moda, dove sarebbe rimasto per tutto il 1860. Ora era generalmente quadrato e consunto piegato sulla diagonale.

Le abitudini di guida consistevano in una giacca a collo alto, a vita attillata con lunghe maniche aderenti, indossata sopra una camicia dal colletto alto o chemisiette, con una sottoveste o una gonna lunga e abbinata. Gilet o gilet a contrasto come quelli indossati dagli uomini sono stati brevemente popolari. Cappelli alti o cappelli a tesa larga come quelli indossati dagli uomini erano logori.

Con le nuove maniche più strette, cappotti e giacche sono tornati alla moda. Questi erano generalmente al ginocchio con un colletto a mantella. Mantelli alla caviglia con collo-colletto per coprire le fessure delle braccia venivano indossati in condizioni di tempo freddo o umido. I manicotti di ermellino con i fazzoletti attaccati erano indossati per tenere le mani calde e alla moda.

Il pelerine era un nome popolare per colletti larghi e simili che si estendevano sulle spalle e coprivano la parte superiore del torace. A volte avevano strati di tessuto a più livelli, lunghi pannelli frontali che pendevano dal centro davanti, o erano anche allacciati alla vita naturale.

Il mantello era un nome generico per qualsiasi mantello piccolo indossato come capospalla.

Galleria di stili 1840-1844

1 – 1840
2 – 1841
3 – 1841
4 – 1841
5 – 1842
6 – 1842
7 – 1844
8 – 1844

1. Abito tradizionale, c. 1840. La pienezza della spalla si è spostata lungo il braccio e, sebbene l’abito sia ancora cinturato nel 1830, il tessuto è raccolto per accentuare la parte anteriore a V piuttosto che l’ampiezza delle spalle. Questa è una prima immagine di capelli indossati in cascate di riccioli o boccoli.
La placca di moda 2.1841 mostra la pienezza della manica inferiore, l’enfasi triangolare o a forma di V nel corpetto e una linea della spalla inclinata. Il cappuccio interno è rifinito con passanti a nastro e volant.
3. La moda estiva del 1841 presenta pannelli plissettati sul petto e spalle scese sulle maniche lunghe. La vita è stretta e leggermente appuntita e le gonne sono a forma di campana.
4. Marie-Louis, la regina dei belgi indossa un abito da sera in velluto rosso con una vita a punta. I suoi capelli sono indossati in una massa di riccioli di salsiccia, 1841.
5. Un piatto di moda di La Mode che sembra giocare il contrasto tra l’abitudine di guida influenzata dal menswear e l’alta moda più ordinaria.
6. Fanny Hensel indossa la scollatura a V, la spalla inclinata e le cascate di riccioli laterali alla moda nel 1842.
7. Piatto moda di Le Moniteur de la Mode. Abito da mattina (a sinistra) con giacca a cappuccio e abito da sera (a destra).
8. I cortili dell’agosto 1844 mostrano i dettagli sulle maniche inferiori. L’abito a sinistra è uno stile da sera.

Galleria di stili 1845-1849

1 – 1845
2 – 1845
3 – 1846
4 – c. 1847
5 – 1847
6 – 1848
7 – 1848
8 – 1849

1. La donna d’Haussonville indossa i capelli divisi al centro e si liscia le orecchie.
2. Lo stile dei capelli di c.1845, con una parte centrale, lunghi ricci di salsiccia e una crocchia sul retro della corona, è un’eco alla moda romantico degli stili della metà del diciassettesimo secolo.Questo stile rimarrà popolare nel prossimo decennio. Tedesco, c. 1845.
3.Young lady of Holland indossa un colletto di pizzo e chemisiette o chemisette arruffati con il suo vestito scuro.
4. Piatto alla moda di un’abitudine di equitazione c. 1847 presenta una giacca a spalla mancante sopra un gilet a contrasto e una camicia con un rigido colletto rovesciato. La signora indossa un cappello piumato.
5. Indumenti del 1847: questa donna slaccia il suo corsetto, uscendo dalle sue sottane. La sua chemise è lunga fino alle ginocchia, con le maniche che finiscono appena sopra il gomito.
6. La baronessa Rothschild indossa un abito da sera in raso rosa con file di rouches sull’orlo e volant di pizzo sul colletto e sulle maniche, il tutto rifinito con fiocchi a fiocco. I suoi capelli sono lisciati sulle orecchie e decorati con piume di struzzo, 1848.
7. Nel ritratto di Winterhalter del 1848, la principessa Maria Carolina Augusta di Borbone-Due Sicilie indossa i capelli divisi al centro e appesi a riccioli di salsiccia. La sua gonna è arricciata con ampie pieghe piatte e la piega sul suo corpetto è visibile attraverso il pizzo nero.
8. Illustrazione di moda del 1849. La donna a sinistra indossa un abito da mattina a vita bassa e un cappuccio esterno. La donna sulla destra indossa una giacca corta sopra il vestito e un berretto da interno in pizzo.