Moda femminile del XVIII e XIX secolo, Kunstgewerbemuseum Berlin

Lasciati ispirare dallo stile del XVIII e XIX secolo attraverso la collezione di abiti del Kunstgewerbemuseum di Berlino

Come il più antico del suo genere in Germania, il Kunstgewerbemuseum di Berlino, fondato nel 1867, aveva già fatto importanti acquisizioni nel mondo tessile nei primi anni del museo. Le tecnologie tessili e lo sviluppo degli ornamenti, specialmente nella tessitura della seta, erano di interesse primario. La collezione di capi iniziò con l’inizio del XX secolo, ma alla fine della seconda guerra mondiale la maggior parte della collezione fu distrutta. Solo negli anni ’70 ricominciarono a collezionare capi d’abbigliamento.

L’acquisizione della famosa collezione di moda Kamer / Ruf nel 2003 ha permesso al Kunstgewerbemuseum di valorizzare la sua ricca collezione di tessuti e di tenere testa a musei paragonabili come il Victoria & Albert Museum di Londra, il Museum of Modern Art a New York o al Musée des Arts décoratifs di Parigi. Questa vasta adesione documenta 300 anni di storia della moda europea con oggetti eccezionali che consentono al pubblico di seguire lo sviluppo del capo attraverso i secoli e scoprire le ultime tendenze di ogni epoca.

Galleria di abiti e costumi
Le gallerie di moda del Kunstgewerbemuseum sono organizzate per epoca. In questa galleria puoi esplorare la moda femminile e maschile del XVIII secolo.

Collezione
La collezione di moda e costume è stata particolarmente arricchita nel 2003 dall’acquisizione della collezione Kamer / Ruf e nel 2005 dall’acquisizione della collezione dello stilista berlinese Uli Richter. Le opere principali di questa collezione sono esposte dal 2014 nel focus espositivo di nuova costituzione “Fashion Art Works” al piano terra. Nel seminterrato, nella “Neue Sammlung” le arti e le arti del XX secolo sono integrate da prodotti industriali.

Per presentare la sua vasta gamma di mostre, che copre una moltitudine di stili e materiali, il Kunstgewerbemuseum offre una varietà di tour a tema. La nuova galleria di moda ti invita non appena entri. Nelle grandi vetrine, installate in ambienti poco illuminati per scopi di conservazione, i manichini modellano circa 130 costumi e accessori. Rappresentando 150 anni di storia della moda, il display trasmette il senso di passeggiare attraverso una galleria commerciale, con le creazioni di famosi stilisti come Paul Poiret, Elsa Schiaparelli e Christian Dior alle finestre. Questa è la prima volta che Berlino ha una mostra permanente che copre ogni aspetto della moda. Il nucleo del display è la collezione internazionale di Martin Kamer e Wolfgang Ruf, acquistata nel 2003.

Indirizzata dagli stilisti berlinesi Brachmann, William Fan, Firkant, Marina Hoermanseder, Barre Noire, Sample-cm, Michael Sontag, Steinrohner, Nobi Talai e Philomena Zanetti. Hanno creato nuove opere utilizzando la collezione Richter del Kunstgewerbemuseum come ispirazione, sviluppando progetti moderni nei loro rispettivi stili. Le creazioni dei designer verranno mostrate nella terza parte della mostra prima che lo spettatore venga ripreso nella metropoli della moda di Berlino.

Kunstgewerbemuseum Berlin
Il Kunstgewerbemuseum (Museo delle arti decorative) è il più antico del suo genere in Germania. Ospita famosi esempi di arti e mestieri europei, tra cui magnifici reliquiari realizzati in oro e pietre preziose, raffinati vasi di vetro e porcellana, tessuti finemente ricamati, mobili intarsiati decorati e classici esempi di design industriale moderno. Le mostre permanenti e speciali ospitate dal Kunstgewerbemuseum possono essere viste in due luoghi a Berlino: al Kulturforum vicino a Potsdamer Platz e nella pittoresca cornice di Schloss Köpenick su un’isola sul fiume Dahme. Il sito Schloss Köpenick presenta capolavori di interior design dal XVI al XVIII secolo.

Il museo del Kulturforum fu completato nel 1985 su progetto di Rolf Gutbrod, uno dei principali architetti tedeschi negli anni ’60. Il marchio di fabbrica di Gutbrod è che ha permesso agli elementi strutturali dei suoi edifici di rimanere chiaramente visibili. Il museo è concepito come un “paesaggio costruito” e gli alberi sparsi sul lato fanno riferimento al parco Tiergarten adiacente. Mentre l’edificio ha un aspetto chiuso dall’esterno, accoglie i visitatori all’interno con una tromba delle scale aperta e spazi espositivi generosi. I visitatori sono incoraggiati a concentrarsi completamente sui pezzi notevoli della collezione e ad andare da un livello all’altro.

Dal 2012 al 2014, ampie parti dell’edificio originale Gutbrot sono state modernizzate dallo studio di architettura di Kuehn Malvezzi. Dalla riapertura del 22 novembre 2014, il sito principale del Kunstgewerbemuseum al Kulturforum offre ora una panoramica sistematica dei risultati chiave del design europeo, dal Medioevo ai giorni nostri. Le nuove funzionalità della collezione includono una vasta Fashion Gallery, i dipartimenti di Design e Jugendstil e Art Déco.

Dopo ampi rinnovamenti nel 2014, il Kunstgewerbemuseum (Museo delle arti decorative) nel Kulturforum accoglie il mondo in un abbagliante e nuovo abbigliamento. Molte parti dell’edificio, progettato nel 1966 da Rolf Gutbrod nello spirito del modernismo del dopoguerra, sono state rimodellate dallo studio di architettura di Kuehn Malvezzi. Nel foyer, la biglietteria, il banco informazioni e il guardaroba sono stati ospitati in installazioni bianche a forma di cubo, la cui forma semplificata consente loro di ritirarsi sullo sfondo, lasciando la scala a occupare uno spazio tutto suo. I gradini delle scale sono stati racchiusi in un sontuoso involucro, enfatizzando l’orizzontale e prestando l’unità alla scala, mentre allo stesso tempo ne esalta la qualità scultorea.

Un sistema di segnaletica facile da seguire spiega la disposizione spaziale dell’edificio, indirizzando i visitatori intorno a esso attraverso cartelli rossi e generali. Di nuova concezione anche le sale espositive per le collezioni Fashion, Design, Jugendstil e Art Deco.